Versione del libro Lingua Magistra 1

A tavola con Augusto

Traduzione della versione di latino dal libro "Lingua Magistra 1"

Testo Originale Latino

Augustus qui fuit primus et potens Romanorum imperator cibum modicum atque vulgarem fere capiebat; nam secundarium panem et pisciculos minutos…

Traduzione Italiana

Augusto, che fu il più importante e potente imperatore dei romani, assumeva per lo più cibo semplice e comune; infatti desiderava soprattutto pane scadente e pesciolini piccoli e morbidi e formaggio di vacca e verdi fichi fruttiferi; spesso mangiava anche prima di cena in ogni momento e in ogni luogo, quando lo stomaco lo richiedeva. Le parole di Augusto nelle lettere sono: "io ho assaporato il pane e le dolci palme nel carro da guerra". E di nuovo: "Quando ritornai dalla reggia a casa sulla lettiga, mangiai un'oncia (un pochino) di pane con pochi acini di uva dalla buccia dura". Spesso l'imperatore assumeva leggero cibo serale, ma era parco di vino per indole; infatti beveva durante la cena non più di tre volte nell'accampamento presso Modena, come tramanda Cornelio Nepote. E si dilettò moltissimo con il vino Retico e non beveva sconsideratamente durante il giorno. Assumeva al posto del bere il pane bagnato in acqua fredda oppure un pezzo di cocomero, o lo stelo di tenera lattuga oppure un frutto di succo vinoso fresco o secco.

 

Analisi

Aggettivi della seconda classe:

Potens nominativo maschile singolare
Ingentis da ingens genitivo femminile singolare
Vulgarem da vulgaris-e accusativo maschile singolare
Molles da mollis-e accusativo maschile plurale
Virides da viridis-e accusativo maschile plurale
Omni da omnis-e ablativo neutro singolare
Dulces da dulcis-e accusativo femminile plurale
Levem da levis-e accusativo maschile singolare
Recens da recens accusativo neutro singolare

Proposizioni causali e temporali

Cum … desiderabat proposizione temporale
Cum reverti proposizione temporale
Quotiamo … erat causale

Il complemento di limitazione:

natura

Il complemento di materia: 

ligneam riferito a mensam. Altro modo: ex ligno

Il complemento di qualità: 

ingentis auctoritatis, in genitivo perché esprime qualità morali