Versione del libro Lingua Magistra 1

Arianna, prima abbandonata da un uomo, poi amata da un dio

Pagina 131, versione 44 del libro Lingua Magistra 1.

Testo Originale Latino

Romae magistri in antiquis scholis saepe discipulis multas et antiquas fabulas narrabant; magister Tigurinus suis discipulis hodie claram fabulam narrabit:…

Traduzione Italiana

A Roma i maestri nelle antiche scuole spesso narravano molte e antiche favole agli allievi; il maestro Tigurino oggi racconterà ai suoi discepoli una favola famosa: "Oggi, o allievi, vi narrerò la favola di Teseo e Arianna. Teseo giunge a Creta e Arianna, figlia del re dell'isola, lo ama; infatti Teseo dice ad Arianna: "Se mi aiuterai, ti sposerò". Così Arianna mostra a lui l'uscita del labirinto e Teseo uccide il Minotauro. Dopo Teseo ritorna dal labirinto e conduce in sposa Arianna. Ma Teseo era trattenuto nell'isola di Creta dalle tempeste e così pensava: "Arianna mi sarà di disonore in patria" così lasciava la fanciulla nell'isola di Creta. Qui la trovava Bacco e la conduceva in sposa.

 

Analisi

1. Individua i pronomi personali.

I persona

me, me(cum), mihi

II persona

vobis, te

III persona

eum, se, sibi, eam, illi
 

2. Volgi i pronomi dal singolare al plurale o viceversa.

vos: tu/te

mecum: nobiscum 

illi: illis

eam: eas
 

3. Volgi la seguente frase al plurale: Si me adiuvabis, in coniugio mecum te habebo.

Si nos adiuvabitis, in coiugio nobiscum vos habebimus