Versione del libro Lingua Magistra 1

Che Catilina ammetta il suo crimine!

Pagina 460, versione 182 del libro Lingua Magistra 1.

Testo Originale Latino

Quid? Cum te Praeneste Kalendis ipsis Novembribus occupaturum nocturno impetu esse putares sensistine eam coloniam meo iussu meis praesidiis custodiis…

Traduzione Italiana

E allora? Quando tu pensavi di occupare Preneste con un’imboscata notturna, proprio nel giorno delle calende di novembre (1 novembre), non ti accorgesti che quella località era fortificata dietro mio ordine, con presidi, custodi, sentinelle? Tu fai tutto, prepari tutto, pensi tutto come se io non solo non ascolti, ma anche veda ed avverta con chiarezza. Convieni almeno con me su quella notte passata. Dico che tu nella notte scorsa sei venuto tra i falciatori – non parlo oscuramente - nella casa di M. Lece; e che lì hai convocato parecchi complici del medesimo disegno demenziale e criminoso. Osi forse negarlo? Perché taci? Lo proverò, se lo neghi. Ma vedo che qui in Senato sono alcuni che furono insieme con te. O dèi immortali! Qual tipo di gente siamo? In quale città viviamo? Quale Repubblica abbiamo? Qui, proprio qui, sono nella nostra moltitudine, o Senatori, in questo santissimo e supremo Consiglio dell’intero Stato, coloro che cospirano per la morte di noi tutti, coloro che cospirano per la distruzione di questa città e dell’intero Stato! Io console vedo costoro ed invoco una sentenza per la pubblica salvezza, e non ancora ferisco con la voce coloro che era necessario fossero trucidati con la spada!

 

Analisi

Quid? pronome interrogativo

Cum te Praeneste Kalendis ipsis Novembribus occupaturum nocturno impetu esse putares: cum narrativo + oggettiva

sensistine eam coloniam meo iussu meis praesidiis, custodiis, vigiliis esse munitam? interrogativa diretta retorica + oggettiva

ita, ut non ego non modo audiam: consecutiva

te priore nocte venisse inter falcarios in M. Laecae domum: oggettiva

convenisse eodem complures amentiae scelerisque socios: oggettiva

Num negare audes? Quid taces? interrogative dirette semplici

si negas: condizionale

esse hic in senatu multos: oggettiva

qui tecum una fuerunt: relativa

qui de nostro omnium interitu, qui de urbis atque adeo de orbis terrarum exitio cogitant: relative

quos ferro trucidari oportebat: relativa