Versione del libro Lingua Magistra 1

Chi è Sosia?

Pagina 439, versione 167 del libro Lingua Magistra 1.

Testo Originale Latino

MERCURIUS Hic homo sanus non est. SOSIA Quod mihi praedicas vitium id tibi est. / Quid malum non sum ego…

Traduzione Italiana

Mercurio: Questo uomo non è sano di mente. Sosia: il vizio che attribuisci a me è tuo. Che cosa, dannazione, non sono io Sosia, servo di Anfitrione? La nostra nave, che mi ha portato qui, non è forse venuta qui stanotte dal porto persiano? Non mi ha forse mandato qui il mio padrone? Non sto io ora davanti alla nostra casa? Non ho la lanterna in mano? Non parlo, non faccio la guardia? Non mi ha forse colpito con i pugni quest'uomo? L'ha fatto, per Ercole, infatti ancora adesso fanno male, a me misero, le mascelle. Cosa indugio dunque, e perché non entro nella nostra casa? Mercurio: Tutte le cose che hai appena detto le hai inventate: sono io veramente Sosia, servo di Anfitrione. Infatti questa notte la nostra nave è partita dal porto di Persia e abbiamo espugnato la città dove ha regnato il re Pterela e abbiamo preso con la forza le legioni dei Teloboari e Anfitrione ha decapitato il re Pterela nella battaglia.

 

Analisi

1. Individua i pronomi, gli aggettivi e gli avverbi interrogativi e inseriscili in una tabella come la
seguente.

pronomi interrogativi: quid

aggettivi interrogativi

avverbi interrogativi: nonne, non, cur

2. Individua le particelle che introducono le interrogative retoriche e indica quale risposta esse
si attendono.

Nonne: risposta affermativa

4. Quale valore assume il pronome quid in alcune domande del testo?

Perché