Versione del libro Lingua Magistra 1

Famosi autori latini

Pagina 78, versione 21 del libro Lingua Magistra 1.

Testo Originale Latino

In ludis poetae pulchras fabulas populo docent. Fabularum poeta Titus Maccius Plautus est; a Plauto Romanis multae fabulae palliatae scribuntur;…

Traduzione Italiana

Negli spettacoli i poeti fanno rappresentare belle opere teatrali per il popolo. Tito Maccio Plauto è un poeta di opere teatrali; da Plauto vengono scritte per i Romani molte palliate (commedie); nelle palliate si narra la vita quotidiana di padroni e servi: spesso i padroni sono ingannati dall'astuzia dei servi e i figli dei padroni vengono difesi. Un altro poeta di commedie è Terenzio; Terenzio è detto Afro perché viene dall'Africa. Spesso nelle opere di Terenzio i padroni litigano con i figli. Quinto Ennio e Aulo Pacuvio sono poeti di preteste (tragedie); le preteste celebrano la gloria della storia romana, la vittoria delle milizie e le gesta di uomini famosi. Oggi rimangono molte opere di Plauto e Terenzio, ma leggiamo piccoli frammenti di Ennio e Pacuvio nei libri di Aulo Gellio.

 

Analisi

1. Individua i verbi distinguendoli per coniugazioni.

I coniugazione: narratur, celebrant, exstant

II coniugazione: docent

III coniugazione: scribuntur, legimus, falluntur, defenduntur, dicitur, contendunt

IV coniugazione: venit

2. Volgi i verbi dal singolare al plurale o viceversa.

docent: docet

narratur: narrantur

dicitur: dicuntur

venit: veniunt

exstant: exstat

3. Volgi i verbi dall'attivo al passivo o viceversa.

scribuntur: scribunt

narratur: narrat

defenduntur: defendunt

celebrant: celebrantur

legimus: legimur

4. Sottolinea i complementi d'agente.

a Plauto, a servis

5. Volgi la seguente frase all'attivo: A Plauto Romanis multae fabulae palliatae scribuntur.

Plautus Romanis multas fabulas palliatas scribit.