Versione del libro Lingua Magistra 1

Filèmone e Bauci

Pagina 374, versione 136 del libro Lingua Magistra 1.

Testo Originale Latino

Vivebant olim in Phrygia Philemo et Baucis pius vir et pia mulier qui in parva casa habitabant at tamen fortunà…

Traduzione Italiana

Un tempo vivevano in Frigia Filemone e Bauci, uomo pio e donna pia, che abitavano in una piccola casa, ma tuttavia erano contenti per la loro sorte. Spesso Filemone diceva alla moglie: "Preghiamo e lavoriamo per far piacere agli dèi, e la potenza di Giove ci sia di aiuto". Spesso facevano sacrifici agli dèi e continuamente e ripetutamente chiedevano di evitare i mali. Così il parco cibo quotidiano a loro non mancava mai. Un giorno accadde un songolare evento: due uomini sconosciuti si avvicinarono, verso sera, alla loro casa e pregarono così l'uomo e la donna: "Preparateci la cena e la stanza per gli ospiti, poiché i contadini del villaggio vicino ci scacciarono". Allora Bauci volentieri preparò una piccola cena per i due uomini, affinché risollevassero le forze, e Filemone portò sedie di legno. Mentre i convitati cenavano, i coniugi ascoltarono attentamente le loro parole. Alla mattina però i due uomini ordinarono ai loro ospiti di andare dalla capanna al colle vicino; i vecchi coniugi subito obbedirono e si allontanarono. I due ospiti, che erano gli déi Giove e Mercurio, distrussero il villaggio vicino e travolsero tutti gli abitanti, ma dove c'era stata la casa dell'uomo e della donna, ora c'era una tempio. Giove disse alla donna: "Voi avete devozione e rettitudine, pregate dunque e otterrete!". Subito Filemone esclamò: "Giove e Mercurio affidino a noi il tempio sacro, affinché siamo sempre per loro fedeli ministri" e subito gli dèi obbedirono.

 

Analisi

1. Filemone e Bauci pregavano spesso gli dèi perché non fossero loro avversi.

vero

2. Perché immolavano spesso vittime agli dèi?

per evitare i mali

3. Che cosa dicono i due sconosciuti per farsi ospitare da Filemone e Bauci?

che gli abitanti del vicino villaggio li hanno cacciati

4. Filemone e Bauci non li ospitano volentieri.

vero

5. Che cosa ordinano alla mattina i due ospiti misteriosi ai padroni di casa?

di andare su un colle vicino

6. Che cosa fanno i due misteriosi ospiti a questo punto?

distruggono il villaggio vicino

7. Spiega come si conclude la vicenda.

La casa di Filemone e Bauci viene trasformata in un tempio, e i due coniugi ne diventarono i ministri. 

8. Individua i congiuntivi esortativi.

oremus, laboremus, oretis, mandent

9. Cerchia le forme verbali di sum e dei suoi composti.

erant, prosit, fuerat, erat, insunt, simus

10. Sottolinea in rosso le subordinate finali e in blu le completive volitive.

Finali: ut deos delectemus et Iovis numen nobis prosit; ut vires reficeretur; ut semper eis fidi ministri simus

Volitive: ut mala vitarent; ut e casa migrarent