Versione del libro Lingua Magistra 1

I cesaricidi sono puniti

Pagina 478, versione 218 del libro Lingua Magistra 1.

Testo Originale Latino

Interea Brutus et Cassius interfectores Caesaris ingens bellum moverunt. Erant enim per Macedoniam et Orientem multi exercitus quos occupaverant. Contenderunt…

Traduzione Italiana

Frattanto Bruto e Cassio, gli uccisori di Cesare, divamparono una terribile guerra. Infatti molti eserciti si trovavano lungo la Macedonia e l'Oriente, che avevano occupato. Cesare Ottaviano Augusto e Marco Antonio gli andarono incontro; Lepido però era rimasto per difendere l'Italia. Combatterono contro questi presso Filippi, città della Macedonia. Nel primo scontro Antonio e Cesare furono sconfitti, morì tuttavia Cassio il condottiero della nobiltà nel secondo Bruto e un’ingente nobiltà, che aveva combattuto con loro, vinsero ed uccisero. E così tramandano che si divisero tra loro lo stato: Augusto ottenne la Spagna,la Gallia e l’Italia, Antonio l’Asia, il Ponto e l’Oriente. Ma in Italia il console L. Antonio, fratello di costui, che aveva combattuto con Cesare contro Bruto e Cassio, scaturì una guerra civile. Egli fu sconfitto e catturato presso Perusio, città dell’Etruria, ma non fu ucciso.

 

Analisi

Interfectores complemento predicativo del soggetto

per Macedoniam moto per luogo

(per) et Orientem  moto per luogo

quos occupaverant relativa

ut defenderet finale

urbem complemento predicativo dell’oggetto

quae cum illis bellum gesserat relativa

divisam esse rem publicam oggettiva retta da tradunt

in Italia stato in luogo

consul complemento predicativo del soggetto

qui cum Caesare contra Brutum et Cassium dimicaverat. Relativa

civitatem complemento predicativo dell’oggetto