Versione del libro Lingua Magistra 1

I Tirreni

Pagina 467, versione 197 del libro Lingua Magistra 1.

Testo Originale Latino

Tyrrheni qui postea Tusci sunt dicti piraticam faciebant; olim Liber puer in navigium eorum conscendit sed piratae eum capiebant atque…

Traduzione Italiana

I Tirreni, che dopo furono chiamati Tusci, praticavano la pirateria; un giorno Libero fanciullo salì sulla lora imbarcazione, ma i pirati lo prendevano e tentarono di ucciderlo. Acete, marinaio tranquillo, li fermava. Libero vide la loro violenza e trasformò i remi in bastoni, la vela in foglie, le funi in edera; poi uscirono leonesse con pantere. I pirati videro le fiere e furono atterriti, così si gettarono in mare; ma Libero trasformò i pirati, che si gettavano in mare, in delfini; da ciò i delfini furono chiamati Tirreni e il mare fu detto Tirreno

 

Analisi

qui postea Tusci sunt dicti: relativa

in navigium: moto a luogo

cum pantheris: c. di compagnia

in pelagus: moto a luogo

qui in pelagus se praecipitabant: relativa