Versione del libro Lingua Magistra 1

Il comandamento più grande

Pagina 476, versione 216 del libro Lingua Magistra 1.

Testo Originale Latino

Et interrogavit eum iuvenis princeps: «Magister bone quomodo1vitam aeternam possidebo?» Dixit autem ei Iesus: «Mandata novisti: non moechaberis2non occides non…

Traduzione Italiana

Ed un giovane principe lo interrogò: "Maestro buono, come potrò acquistare la vita eterna?" In verità Gesù gli disse: "Tu hai conosciuto i comandamenti: non commettere adulterio, non uccidere, non rubare, non dichiarare falsa testimonianza, onorare tuo padre e tua madre". Costui disse: "Ho custodito tutte queste cose fin dalla gioventù". Appena ebbe udito ciò, Gesù gli rispose: "Te ne manca ancora un altro: vendi e offri ai poveri tutto ciò che possiedi e avrai un tesoro in cielo: e vieni con me". Quello, dopo che aveva udito Gesù, fu rattristato, perchè era molto ricco. In verità Gesù lo vide triste e disse: "coloro che posseggono denaro entrano più difficilmente nel regno di Dio. E' più facile infatti che un cammello entri per la cruna di un ago che un ricco entri nel regno di Dio".

 

Analisi

Magister bone complemento di vocazione

quomodo vitam aeternam possidebo? interrogativa diretta

Cum id audivit temporale

Deest composto di sum

quae habes, relativa

vende imperativo presente attivo seconda persona  singolare

da imperativo presente attivo seconda persona singolare

in caelo stato in luogo

veni imperativo presente attivo seconda persona singolare

postquam Iesum audiverat, temporale

quia dives erat valde causale

qui pecunias habent relativa

in regnum moto a luogo

per foramen moto per luogo figurato

quam divitem intrare in regnum Dei secondo termine di paragone espresso dall’intera proposizione