Versione del libro Lingua Magistra 1

Il nome proprio

Pagina 215, versione 76 del libro Lingua Magistra 1.

Testo Originale Latino

Nomen dicitur quasi notamen; nam nobis vocabulo suo nomen res notas efficit. Propria nomina unius enim tantum personam significant. Genera…

Traduzione Italiana

Si dice che il nome sia come un'etichetta; infatti il nome, con il suo sostantivo, rende per noi le cose note. Infatti i nomi propri indicano l'identità di uno soltanto. I generi dei nomi propri sono 4: prenome, nome, cognome, soprannome. Il prenome è preposto al nome, come Lucio, Quinto. Il nome indica la famiglia, come Cornelio; infatti i Cornelii sono tutti in quella famiglia. Il cognome si unisce al nome, come Scipione. Il soprannome, in realtà, è un nome che si aggiunge, come Metello Cretico, che sottomise Creta. Il soprannome, infatti, deriva da fuori per una qualche ragione. Diversamente, il cognome il aggiunge al nome per riconoscibilità e sta insieme al nome.

 

Analisi

quod  accedit: relativa propria

ab aliqua ratione: c. di origine

cognitionis causa: c. di causa

cum nomine: c. di unione