Versione del libro Lingua Magistra 1

Il popolo romano ha costruito un impero grandissimo

Pagina 454, versione 177 del libro Lingua Magistra 1.

Testo Originale Latino

Populus Romanus a rege Romulo in Caesarem Augustum septingentos per annos tantum operum pace belloque gessit ut qui magnitudinem imperii…

Traduzione Italiana

Il popolo romano dal re Romolo a Cesare Augusto per 700 anni, condusse tante imprese, in pace e in guerra, che, chi compara la grandezza dell'impero con gli anni, lo reputa un periodo più lungo. Portò l'esercito così ampiamente in tutto il mondo che chi legge le sue imprese non apprende le vicende di un unico popolo, ma del genere umano. Versò in così tante fatiche e pericoli che sembra che Virtù e Sorte abbiano combattuto per il suo comando. Per la qual cosa, Tuttavia, poiché la grandezza delle cose contrasta con se stessa e la diversità distrugge la forza dell'intenzione, farò come sono soliti coloro che descrivono i luoghi della Terra: abbraccerò come in un breve quadro tutta la sua immagine.

 

Analisi

a rege Romulo: c. di origine

in Caesarem Augustum: moto a luogo figurato

septingentos per annos: c. di tempo continuato

tantum ...ut aetatem ultra putet: consecutiva

qui magnitudinem imperii cum annis comparat: relativa

Ita ...ut  sed generis humani facta condiscant: consecutiva

qui res illius legunt non unius populi: relativa

Tantis ...ut ad eius imperium contendisse Virtutem et Fortunam appareat: consecutiva

quia sibi obstat magnitudo rerumque diversitas aciem intentionis abrumpit: causali coordinate

quod solent qui terrarum situs pingunt: relative