Versione del libro Lingua Magistra 1

Il primo trionfo dei Romani sul mare

Pagina 427, versione 163 del libro Lingua Magistra 1.

Testo Originale Latino

Cum Duilius Corneliusque consules essent populus Romanus etiam mari congredi ausus est. Tum quidem velocitas classis comparationis victoriae auspicium fuit.…

Traduzione Italiana

Essendo consoli Duilio e Cornelio, il popolo romano osò combattere anche in mare. Allora la velocità della preparazione della flotta fu promotore della vittoria. Infatti in sessanta giorni da quando fu tagliata la selva, fu preparata una flotta di 160 navi e tutti pensavano che non fossero approntate dal lavoro, ma che gli alberi fossero trasformati e mutati in navi come dono degli dèi. Lo svolgersi della battaglia fu davvero mirabile, perché le lente e pesanti navi raggiungevano le veloci e agili navi dei nemici. Infatti furono provviste di bracci di ferro e robusti marchingegni, che prima della battaglia furono derisi molto dai nemici, e tutti i nemici furono costretti a combattere come sulla terraferma. Dunque, vincitore presso Lipari, dopo aver sommerso o messo in fuga la flotta dei nemici, ottenne il primo trionfo marittimo.

 

Analisi

1. Analizza i verbi deponenti individuati.

arbitrabantur: indicativo imperfetto, 3 persona plurale (arbitror)

congredi: infinito presente (congredior)

2. Analizza i verbi semideponenti.

ausus est: indicativo perfetto, 3 persona singolare (audeo)

3. Individua e analizza i costrutti del cum + congiuntivo.

Cum Duilius Corneliusque consules essent: valore temporale; congiuntivo imperfetto dipendente da un perfetto (ausus est) = contemporaneità

cum eas celeres volucresque hostium naves Romanorum naves graves tardaeque comprehenderent: valore causale; congiuntivo imperfetto, dipendente da un perfetto (fuit) = contemporaneità.

cum mersa aut fugata hostium classis esset: valore temporale; congiuntivo piuccheperfetto dipendente da un perfetto (fecit) = anteriorità.