Versione del libro Lingua Magistra 1

Il topo di campagna e il topo di città

Pagina 162, versione 53 del libro Lingua Magistra 1.

Testo Originale Latino

Olim rusticus musculus in villulam suam urbanum musculum invitavit eique multa rustica cibaria praebuit. Urbanus autem musculus suis delicatis cibis…

Traduzione Italiana

Una volta un topolino di campagna invitò nella sua piccola fattoria un topolino di città e gli offrì molti cibi campagnoli. Ma il topolino di città, abituato ai suoi cibi delicati, che gli erano dati dagli uomini ricchi, leccava con superbia ciò che il suo amico poneva con grande generosità. Alla fine il topolino di città disse: "Verrai in città con me dagli uomini ricchi e vivrai beato tra divertimenti, conscio della brevità della vita". Subito il topolino di campagna uscì veloce fuori casa e con il nuovo amico si diresse in città. Di notte si fermarono in magnifiche case di marmo e che risplendevano di porpora. Il topolino di campagna, felice per la sua nuova sorte, degustava gli insoliti e delicati cibi con somma gioia e lodava la loro fragranza; ma all'improvviso fu colpito dal terrore: infatti cani feroci abbaiavano e un eccessivo rumore riempiva la sala da pranzo e le stanze fino al soffitto. Allora il topolino di campagna disse: "Addio, mio amico, ti saluto! Non sono adatto alla vita di città. Voglio tornare nella mia piccola fattoria, tutelato dalle insidie, contento del frumento e dei miei cibi modesti.

 

Analisi

1. Dove ha inizio la vicenda?

Nella piccola fattoria del topolino di campagna.

2. Come dimostra la sua ospitalità il topo di campagna?

Offrendo cibi campagnoli in abbondanza.

3. Qual è l'atteggiamento del topo di città?

Superbo, poiché è abituato a cibi delicati.

4. Perché il topo di campagna lascia la sua casa?

Viene inflienzato dalla descrizione meravigliosa della vita di città da parte del topolino di città, per cui lo segue.

5. Dove si fermano i due amici per la notte?

In case sontuose di marmo.

6. Che cosa spaventa il topo di campagna?

I cani che abbaiano e i forti rumori.

7. Quale decisione prende e perché?

Torna in campagna, perché non è adatto alla vita cittadina pericolosa.

8. Rintraccia e analizza gli aggettivi possessivi, anche nelle forme eius/eorum.

suam: terza persona, femminile singolare accusativo

suis: terza persona, maschile plurale ablativo

(amicus) eius: terza persona, genitivo singolare maschile

sua (fortuna): terza persona, ablativo femminile singolare

eorum(que): terza persona, genitivo plurale maschile

mi: prima persona, vocativo singolare maschile

meam: prima persona, accusativo singolare femminile

meis: prima persona, ablativo plurale maschile