Versione del libro Lingua Magistra 1

Imprese di Amilcare, padre di Annibale

Pagina 354, versione 130 del libro Lingua Magistra 1.

Testo Originale Latino

Hamilcar Hannibalis pater cognomine Barca Carthaginiensis primo Poenico bello sed temporibus extremis admodum adulescentulus in Sicilia exercitui praeerat. Quia ante…

Traduzione Italiana

Amilcare, padre di Annibale, di cognome Barca, Cartaginese, durante la prima guerra punica, ma nell'ultimo periodo, ancora adolescente stava a capo dell'esercito in Sicilia. Poiché prima del suo arrivo sia per mare che per terra già da molti anni le operazioni dei Cartaginesi erano state gestite male, egli, quando fu presente, non cedette mai al nemico e non gli diede possibilità di fare danno e spesso, al contrario, quando gli fu data l'occasione, aggredì e uscì sempre vincitore. Successivamente, dopo che i Cartaginesi avevano perso in Sicilia ogni cosa, Amilcare difese egregiamente Erice. Intanto i Cartaginesi con la flotta furono sconfitti presso le isole Egadi da C. Lutazio, console dei Romani e quindi decisero di porre fine alla guerra e lasciarono quella decisione ad Amilcare, che ardeva per il desiderio di guerra, tuttavia con la pace giovò a Cartagine, poiché la patria, dissanguata dalle spese, non poteva tollerare più a lungo le difficoltà di guerra.

 

Analisi

primo Poenico bello, temporibus extremis: complemento di tempo determinato

in Sicilia: stato in luogo

Quia ante eius adventum et mari et terrà male res gerebantur Carthaginiensium nonnullos iam annos: causale 

ubi adfuit, ubi ei occasio data erat: temporali

postquam paene omnia in Sicilia Poeni amiserant: temporale

apud insulas Aegates: stato in luogo

a C. Lutatio: c. d'agente

qui belli cupiditate flagrabat: relativa

quod patria, exhausta sumptibus, diutius calamitates belli tolerare non poterat: causale