Versione del libro Lingua Magistra 1

La dea Cura crea l'uomo

Pagina 326, versione 114 del libro Lingua Magistra 1.

Testo Originale Latino

Cura quae fluvium tranabat vidit cretosum lutum sustulit cogitabunda et finxit hominem. Intervenit Iuppiter; Cura homini spiritum dare desiderabat quod…

Traduzione Italiana

Cura, che attraversava un fiume, vide un fango argilloso, pensando lo sollevò e plasmò l'uomo. Intervenne Giove; Cura desiderava dare lo spirito all'uomo, cosa che facilmente ottenne da Giove. A costui Cura desiderava dare il proprio nome, ma Giove proibì e gli dava il suo nome. Cura e Giove discutevano sul nome, ma si alzò anche la Terra e gli imponeva il suo nome, dato che aveva procurato il suo corpo. Presero Saturno come giudice: Saturno sentenziò così per costoro: "Tu, Giove, poiché hai dato lo spirito, accogli l'anima dopo la morte; Terra, poiché ha fornito il corpo, riceverà il corpo. Cura, poiché per prima lo plasmò, lo avrà in possesso durante la vita; ma poiché c'è una controversia riguardo il suo nome, sarà chiamato uomo, poiché fu creato dal fango".

 

Analisi

quae fluvium tranabat: relativa

quod facile ab Iove impetravit: relativa

De nomine: c. di argomento

quandoquidem corpus suum praebuerat: causale

quoniam spiritum dedisti: causale

post mortem: c. di tempo determinato

quoniam corpus praebuit: causale

quoniam prima eum finxit: causale

in vita: complemento di tempo continuato

quoniam de nomine eius controversia est, quoniam ex humo est factus: causale