Versione del libro Lingua Magistra 1

La disfatta di Canne

Pagina 345, versione 126 del libro Lingua Magistra 1.

Testo Originale Latino

Magna fuit Romanorum clades apud Cannas ubi tum undique milites effuse fugiebant. Septem milia hominum in minora castra decem in…

Traduzione Italiana

Grande fu la disfatta dei Romani presso Canne, dove allora i soldati fuggivano da ogni parte disordinatamente. Settemila uomini si rifugiarono negli accampamenti più piccoli, duemila circa nel villaggio di Canne, che subito furono circondati da Cartalone e dai cavalieri cartaginesi. L'altro console con circa cinquanta cavalieri si rifugiò a Venusia. 45.500 soldati, 2.700 cavalieri furono uccisi, tra cui entrambi i questori dei consoli, L. Atilio e L. Furio Bibaculo, e 29 tribuni dei soldati, consolari e pretori. Dopo questa battaglia di Canne si contarono prigionieri 3 mila fanti e 1.500 cavalieri.

 

Analisi

apud Cannas: stato in luogo

ubi tum undique milites effuse fugiebant: locativa

in minora castra: stato in luogo

in maiora: sttao in luogo

in vicum Cannas: moto a luogo

qui autem extemplo a Carthalone atque Carthaginiensibus equitibus circumventi sunt: relativa

cum quinquaginta fere equitibus: c. di compagnia

post eam pugnam Cannensem: c. di tempo determinato