Versione del libro Lingua Magistra 1

La guarigione del paralitico

Pagina 475, versione 213 del libro Lingua Magistra 1.

Testo Originale Latino

Iesus ascendit in naviculam et transfretavit et venit in civitatem suam. Et ecce portabant ei paralyticum qui iacebat in lecto.…

Traduzione Italiana

Gesù salì su una piccola imbarcazione e fece una traversata e giunse nella propria città. Ed ecco gli portavano un paralitico che giaceva su di un letto. E dato che Gesù scorse la fede di costoro, disse al paralitico: "Abbi fiducia, figlio; ti sono stati perdonati i tuoi peccati". Ed ecco gli scribi dissero tra loro: "Costui blasfema". E dato che Gesù aveva scorto i loro pensieri, disse: "Perché formulate pensieri malvagi nei vostri cuori? è infatti più facile dire: "ti sono rimessi i tuoi peccati". Oppure dire: "Alzati e cammina?" Poi disse al paralitico: "Alzati, prendi il tuo letto e vai a casa tua". E si alzò e giunse a casa sua. In verità le miriadi di persone, che avevano osservato ciò, ebbero paura e glorificarono Dio, che aveva dato un tale potere agli uomini.

 

Analisi

in civitatem suam moto a luogo

qui iacebat in lecto Relativa

in lecto stato in luogo

quia vidit Iesus fidem illorum, causale

Confide imperativo presente seconda persona singolare

fili complemento di vocazione

quia viderat Iesus cogitationes eorum, causale

Cur cogitatis mala in cordibus vestris? Interrogativa diretta semplice

Surge imperativo attivo presente seconda persona singolare

Ambula imperativo attivo presente seconda persona singolare

Tolle imperativo attivo presente seconda persona singolare

Vade imperativo attivo presente seconda persona singolare

in domum tuam moto a luogo

quae id viderant, relativa

qui dedit potestatem talem hominibus. Relativa