Versione del libro Lingua Magistra 1

La stoltezza di re Mida

Pagina 437, versione 163 del libro Lingua Magistra 1.

Testo Originale Latino

Quis fortunatior at stultior quoque rege Mida fuit? Nam Mida avidissimus Phrygiae rex a diis incredibilem facultatem consecutus est: quae…

Traduzione Italiana

Chi fu più fortunato, ma anche più stolto del re Mida? Infatti Mida, avidissimo re della Frigia, ottenne dagli dèi un incredibile potere: trasformava in oro ogni cosa che toccava. Felice grazie a questo potere, mutò moltissime cose in oro e furono accumulate da lui moltissime ricchezze. Così era consapevole di essere il più felice di tutti. Ma che cosa avvenne in un momento? Mutava in oro anche gli alimenti; per tale ragione non solo era privo di cibo, ma ben presto perse e dimenticò la felicità. Ciò lo rese il più infelice di tutti gli uomini. Allora desiderò di ritornare all'antica condizione di vita e pregò gli dèi: "Per quale calamità sono oppresso da voi? Vi prego di liberarmi da una tale miseria!" Allora, grazie ad un ordine degli dèi, si gettò nel fiume Pattolo e si liberò da quel terribile potere. Coloro che si sforzano a cercare le ricchezze, sono preda di smaniosa infelicità.

 

Analisi

1. Quale sensazione provò Mida di fronte al potere ricevuto dagli dèi?

Felicità, poiché poteva trasformare tutto in oro.

2. Quale opinione aveva di se stesso?

Credeva di essere il più felice di tutti.

3. Durò a lungo o poco tempo il suo straordinario potere?

Durò a lungo.

4. Quando Mida si ritenne il più sfortunato tra gli uomini?

Quando fu anche privo di cibo perché mutava in oro anche gli alimenti.

5. Come riuscì alla fine a liberarsi dalla sua condizione?

Si gettò nel fiume Pattolo e si liberò dal potere.

6. Individua e analizza i pronomi e gli aggettivi interrogativi.

Quis: pronome interrogativo, nominativo singolare maschile

quid: pronome interrogativo, neutro singolare nominativo

Qua: aggettivo interrogativo, ablativo, femminile singolare

8. rege Mida: quale complemento esprime questo ablativo? Si potrebbe esprimere in latino
in un altro modo?

Ablativo di paragone. Si potrebbe esprimere con quam + il caso del primo termine.

9. Qua facultate, Qua calamitate: di quali complementi si tratta rispettivamente?

Qua facultate: causa

Qua calamitate: causa