Versione del libro Lingua Magistra 1

La volpe e il corvo

Pagina 463, versione 186 del libro Lingua Magistra 1.

Testo Originale Latino

Multi laudantur verbis subdolis sed fere dant poenas ignominiosa paenitentia. Olim de fenestra corvus caseum subducebat et manducabat in celsa…

Traduzione Italiana

Molti sono lodati con parole subdole, ma sovente pagano le colpe con una punizione ignominiosa. Un giorno un corvo prendeva una una finestra un formaggio, e lo mangiava su un alto pino; una piccola volpe vede il corvo, poi dice così: "O corvo, che magnificenza di penne! Quanto decoro porti nelle ali! Accidenti, corvo, non dici parole!". E il corvo vuole dire anche parole e apre la bocca; così lascia il formaggio; velocemente la piccola volpe imbrogliona prende avidamente il formaggio. Allora alla dine la stupidità del corvo viene abbindolata e geme.

 

Analisi

ignominiosa paenitentia: c. di mezzo

de fenestra: c. di origine

in celsa pino: stato in luogo