Versione del libro Lingua Magistra 1

Le terme dei Romani

Pagina 309, versione 106 del libro Lingua Magistra 1.

Testo Originale Latino

Inter alia aedificia publica Romanis civibus fuerunt plurimae et celebratissimae thermae ad quas quotidie incolarum maxima pars divites patricii plebeiique…

Traduzione Italiana

Tra gli altri edifici pubblici i cittadini romani ebbero molte e celebratissime terme, alle quali quotidianamente giungeva, per la volontà di relax, una grandissima parte di cittadini, i ricchi patrizi e i poveri plebei, e dove venivano portati a termine molti uffici. Nelle terme di Roma i cittadini non solo si lavavano per necessità igieniche, ma si allenavano anche nei giochi ginnici; inoltre dopo il bagno discorrevano con gli amici. Le terme, alle soglie delle quali stavano i custodi, avevano varie zone; nel frigidario veniva versata acqua fredda, nel calidario invece si usava acqua calda; nel tepidario, infine, si stava brevemente tra bagno freddo e caldo. Spesso nelle terme gli antichi Romani si trovavano anche piscine e palestre, dunque quegli edifici erano di ingente utilità e desiderio per tutti i cittadini. Le antiche terme furono modeste e piccole; dopo il principato di Augusto i Romani ebbero terme sontuose, ampie e confortevoli; tra le altre furono magnifiche e famose le terme augustane, che l'imperatore Caracalla costruì presso il colle Aventino e lasciò le sue memorie ai posteri.

 

Analisi

Inter alia aedificia publica: c. partitivo

Romanis civibus: dativo di possesso

ad quas quotidie incolarum maxima pars, divites patricii plebeiique pauperes, ob remissionis voluntatem conveniebant: relativa; ob remissionis: causale

ubi multa negotia etiam conficiebantur: locativa

Romae in thermis: stato in luogo

cum amicis: c. compagnia

in limine, in frigidario, in calidario, in tepidario, in thermis: stato in luogo

post Augusti principatum: c. di tempo determinato

Romanis: dativo di possesso

inter alias: partitivo

quas imperator Caracalla apud Aventinum (stato in luogo) collem aedificavit et suae memoriae posteris reliquit: relative coordinate