Versione del libro Lingua Magistra 1

L'imperatore Severo Alessandro parla in senato

Pagina 343, versione 124 del libro Lingua Magistra 1.

Testo Originale Latino

Post triumphum Romam imperator Severus venit et apud senatum talia verba habuit die VII kalendas Octobres: «Persas patres conscripti vicimus.…

Traduzione Italiana

Dopo il trionfo l'imperatore Severo giunse a Roma e presso il Senato, il 25 settembre, pronunciò tali parole: "Senatori, abbiamo sconfitto i Persiani". Non farò un lungo discorso, enumererò soltanto le armi, le forze militari e gli equipaggiamenti dei persiani. Essi avevano fin dall'inizio settecento elefanti muniti di torri, con gli arcieri e il peso delle frecce. Di questi ne abbiamo presi trenta, duecento sono stati uccisi, diciotto li abbiamo condotti fin qui. Milleottocento carri muniti di falce. Avremmo potuto portare qui duecento carri di animali uccisi, ma abbiamo rinunciato a fare ciò. Abbiamo messo in fuga 120 mila cavalieri nemici, abbiamo ucciso in battaglia 10 mila soldati con corazza, che essi chiamano corazzieri e abbiamo armato i nostri con le loro armi. Abbiamo catturato molti fra i Persiani e li abbiamo venduti. Abbiamo riconquistato le terre tra due fiumi, cioè della Mesopotamia, che erano state abbandonate da Eliogabalo. Dopo che avevamo sbaragliato Artaserse, potentissimo re tanto di fatto quanto di nome. Queste imprese, senatori inscritti, furono compiute. Voi decretate l'azione di grazia, affinché non siamo ingrati agli dèi.

 

Analisi

1. A quale argomento limita il suo discorso Severo Alessandro?

Alla sconfitta dei Persiani, enumerando le armi, le forze e gli equipaggiamenti dei Persiani.

2. Di quanti carri falcati disponevano i Persiani?

1800.

3. Che cosa avrebbe potuto esibire Severo durante il trionfo, cui dichiara invece di aver rinunciato?

200 carri di animali uccisi.

4. Che cosa significa il termine "Mesopotamia"?

Tra i due fiumi

5. Illustra le diverse funzioni degli ablativi sagittariis, (ab) Helagabalo, re... nomine.

cum sagittariis: c. compagnia

ab Helagabalo: d'agente

re, nomine: limitazione

6. Sottolinea e analizza i numerali.

VII: cardinale

septigenti, triginta, ducenti, decem et octo, mille octigenti, ducentos, centum et viginti, decem milia: cardinali