Versione del libro Lingua Magistra 1

Marcella e Clodia alle prese con il latino

Pagina 40, esercizio V5, del libro Lingua Magistra 1.

Testo Originale Latino

Marcella Romana puella est; Clodia quoque Romana puella est. Marcellae et Clodiae familiae Syracusis vivunt. Marcella Latinam linguam discit; Clodia…

Traduzione Italiana

Marcella è una fanciulla Romana; anche Clodia è una fanciulla Romana. Le famiglie di Marcella e Clodia vivono a Siracusa. Marcella impara la lingua Latina; anche Clodia apprende il latino. Le amiche di Marcella e di Clodia apprendono il latino a scuola; Marcella e Clodia imparano anche la letteratura latina. Flavia è l'insegnante di Marcella e Clodia. Flavia insegna alle allieve la lingua latina. Clodia è un'allieva di Flavia. Marcella pure è un'allieva di Flavia. Spesso Flavia loda la disciplinatezza di Marcella; infatti Marcella ama studiare. Al contrario Flavia biasima la negligenza di Clodia; in effetti Clodia non ama studiare.

 

Analisi

familiae: nominativo plurale da familia, -ae; il sostantivo rientra nelle particolarità della prima declinazione. Il genitivo singolare presenta l'uscita arcaica in -as nelle espressioni del linguaggio giuridico come pater familias, mater familias, filius familias, filia familias

Syracusis: ablativo di stato in luogo da Syracusae, -arum. Il nome rientra nei pluralia tantum della prima declinazione

in schola: complemento di stato in luogo che si esprime con in + ablativo

litteras: accusativo plurale da litterae, -arum. Il sostantivo rientra nelle particolarità del numero e del significato di alcuni nomi della prima declinazione. Il singolare littera, -ae significa "lettera dell'alfabeto"; il plurale litterae, -arum significa "lettera" e "letteratura"