Versione del libro Lingua Magistra 1

Schiavi eroici

Pagina 269, versione 93 del libro Lingua Magistra 1.

Testo Originale Latino

Clarissima exempla insignissimae humanitatis et immortalis amoris erga suos dominos non raro Romanorum servi ostenderunt. Bello Punico secundo Romani Grumentum…

Traduzione Italiana

Gli schiavi dei Romani mostrarono famosissimi esempi di illustrissima umanità e di amore immortale, non raramente, verso i loro padroni. Durante la seconda guerra punica i Romani assediavano Grumento, città della Lucania, con ferocissimo animo, e molti servi subito fuggivano dai nemici: poco dopo la città cadde. Allora tre servi, che erano fuggiti con un percorso più veloce rispetto agli altri, poiché le strade erano molto note a loro, accorsero in una casa presso cui avevano prestato servizio. Lì trovarono la loro buona padrona viva e la legarono e la portarono con loro. Allora i soldati romani, che avevano crudelmente fatto irruzione nella città, chiesero: "Dove conducete la donna?" A quelli i servi più coraggiosi risposero: "La nostra padrona è crudelissima, la quale presto sconterà la pena della grande perfidia". Alla fine la condussero fuori dalla città e la nascosero con la massima cura; così salvarono l'infelice e dolcissima padrona da morte certa. Ma i servi ricevettero un'utilissima ricompensa per così tanta fedeltà: infatti la padrona, grata, li affrancò, e donò loro gran parte del ricchissimo patrimonio.

 

Analisi

1. Che cosa fecero molti schiavi prima che la città cadesse nelle mani dei Romani?

Scapparono.

2. Perché fu facile per gli schiavi raggiungere la loro padrona?

Perché conoscevano perfettamente le strade.

3. Come riuscirono gli schiavi a salvare la padrona?

La legarono e finsero di volerla punire per la sua crudeltà.

4. Quale scaltra risposta ricevettero i soldati sopraggiunti?

Dissero che era una donna crudele, dunque l'avrebbero punita.

5. Come fu ricompensato l'atto eroico?

Gli schiavi furono affrancati e ricevettero gran parte delle ricchezze della donna.

6. Cerchia e analizza l'unico comparativo.

Celeriore, comparativo di maggioranza.

7. Sottolinea e analizza i superlativi, poi trasformali nei comparativi corrispondenti

Clarissima: accusativo plurale neutro; clariora

insignissimae: genitivo singolare femminile; insignioris

ferocissimo: ablativo singolare maschile; ferociore

plurimi: nominativo plurale maschile; plures

notissimae: femminile nominativo plurale: notiores

crudelissima: femminile nominativo singolare; crudelior

maxima: ablativo singolare femminile; maiore

dulcissimam: accusativo singolare femminile; dulciorem

utilissimum: accusativo singolare neutro; utilius

ditissimi: genitivo singolare neutro; divitioris