Versione del libro Lingua Magistra 1

Timoleonte di Corinto conquista la Sicilia

Pagina 220, versione 80 del libro Lingua Magistra 1.

Testo Originale Latino

Post Dionysii mortem Timoleon cum Hiceta qui Dionysio obstiterat bellavit; qui non odio tyrannidis dissensit sed cupiditate; nam Timoleon Hicetam…

Traduzione Italiana

Dopo la morte di Dionisio Timoleonte combattè con Iceta, che si opponeva a Dionisio; costui non dissentiva per l'avversione della tirannide, ma per il desiderio; infatti Timoleonte superò Iceta e presso il fiume Crinisso mise in fuga le fortissime milizie dei cartaginesi, che ormai per molti anni detenevano il potere della Sicilia. Prese anche Mamerco, condottiero italico, uomo bellicoso e potente, che era giunto in Sicilia in aiuto dei tiranni. A causa della lunga durata della guerra non solo le regioni, ma anche le città si erano spopolate; così Timoleonte cercò prima di tutto i Siciliani, poi mandò a chiamare i coloni a Corinto, da cui inizialmente Siracusa era stata fondata.

 

Analisi

Post Dionysii mortem: c. di tempo determinato

cum Hiceta: c. di compagnia

qui Dionysio obstiterat: relativa

qui non odio tyrannidis dissensit, qui iam multos annos possessionem Siciliae tenebant: relative

multos annos: c. di tempo continuato

apud Crinissum flumen: moto a luogo

qui tyrannis auxilio in Siciliam venerat: relativa

Propter diuturnitatem: c. di causa

a quibus initio Syracusae conditae erant: relativa