Versione del libro Lingua Magistra 1

Tirteo, un poeta-soldato

Pagina 447, versione 169 del libro Lingua Magistra 1.

Testo Originale Latino

Interea Messenii cum virtute non possent per insidias expugnantur a Lacedaemoniis. Dein cum per annos octoginta gravia servitutis verbera perpessi…

Traduzione Italiana

Intanto i Messeni, non avendo potuto con il valore, furono sconfitti dagli Spartani con un agguato. Poi, dopo aver sopportato per 80 anni i pesi della schiavitù, dopo una lunga sopportazione di pene, ripresero la guerra. Gli Spartani consultarono l'oracolo di Delfi sull'esito della guerra e a loro fu vaticinato di chiedere un condottiero di guerra agli Ateniesi. Dunque gli Ateniesi, avendo saputo cosa aveva predetto l'oracolo, in disprezzo degli Spartani inviarono Tirteo, poeta zoppo da un piede, che fu sconfitto in tre battaglie e portò tanta disperazione agli Spartani che liberarono i loro servi a rinforzo dell'esercito. Ma i re degli Spartani, per non portare maggiori danni alla città combattendo contro il destino, decisero di ritirare l'esercito; ma Tirteo, che aveva composto carmi per l'esercito, in cui aveva inserito esortazioni al valore, conforti per le perdite, consigli di guerra, li cantò davanti all'assemblea. Così infuse tanto ardore ai soldati che essi, preoccupati non per la salvezza ma per la sepoltura, si legarono al braccio destro cartellini con i loro nomi e dei padri, affinché dall'indizio dei cartellini potessero essere portati alla sepoltura. Quando i re videro l'esercito così motivato, si preoccuparono di dire la cosa ai nemici; ai Messeni la cosa però non diede timore, ma mutua emulazione. Così si combatté con tale impeto che raramente ci fu una battaglia più cruenta. Alla fine, tuttavia, i Lacedemoni conseguirono la vittoria.

 

Analisi

cum virtute non possent: cum narrativo con valore causale

per insidias: c. di mezzo

a Lacedaemoniis: c. d'agente

cum per annos octoginta gravia servitutis verbera perpessi essent: cum narrativo con valore temporale

post longam poenarum: c. di tempo determinato

de belli eventu: c. di argomento

responsum est ut ducem belli ab Atheniensibus peterent: completiva circostanziale

cum quod oraculum fatum erat cognovissent: cum narrativo con valore temporale/causale

qui tribus proeliis fusus est: relativa

tantam...ut servos suos ad supplementum exercitus manumitterent: consecutiva

ne contra fortunam pugnando maiora detrimenta civitati infunderent: finale negativa

carmina qui exercitui composuerat: relativa

in quibus hortamenta virtutis, damnorum solacia, belli consilia conscripserat: relativa

tantum ...ut non de salute, sed de sepultura solliciti tesseras cum suis et patrum nominibus dextro bracchio deligarent: consecutiva

ut ex indicio titulorum tradi sepulturae possent: finale

Cum sic animatum reges exercitum viderent: cum narrativo con valore temporale

tanto...ut raro umquam cruentius proelium fuerit: consecutiva