Versione del libro Lingua Magistra 1

Una zucca superba

Pagina 117, versione 40 del libro Lingua Magistra 1.

Testo Originale Latino

A ludi magistro fabella de cucurbita superba discipulis narratur. Parva cucurbitae planta apud magnam antiquamque pinum pariebatur et crescebat. Ramulos…

Traduzione Italiana

La favola della zucca superba viene raccontata agli alunni dal maestro di scuola. Una piccola pianta di zucca era apparsa presso un grande e antico pino e cresceva. Protendeva i suoi rametti al cielo e con superbia guardava i rami alti del pino e desiderava superarlo. La zucca continuamente si innalzava e circondava con le ampie foglie il tronco del pino. Spesso diceva al pino: "Le piogge assidue aggiungono a me nuove foglie e così cresco sempre: ormai sono rigogliosa e presto eguaglierò e supererò il tuo tronco". E alla fine il pino rispondeva così alla proterva zucca: "I pini vivono per molti anni, mentre la vita delle zucche non è lunga: infatti verrà l'autunno e allora perderete l'esuberanza e la superbia con la vita!". La favola della zucca e del pino ammonisce anche noi oggi: anche quando la fortuna è prospera, bisogna sempre evitare la superbia.

 

Analisi

1. Evidenzia i verbi in -io distiguendoli in attivi e passivi.

Attivi:

adpiciebat

cupiebat

adiciunt

Passivi:

pariebatur

 

2. Completa la tabella

presente imperfetto futuro
paritur pariebatur parietur
adspicit adspiciebat adspiciet
cupit cupiebat cupiet
adiciunt adicebant adicient

 

3. Individua i complementi di unione

cum vita

 

4. Cum superbia è un complemento:

di modo

 

5. Volgi la seguente frase al singolare: Assiduae pluviae nova folia adiciunt.

Adsidua pluvia adicit nova folia.