Versione del libro Lingua Magistra 2

I regni di Numa Pompilio, Tullo Ostilio e Anco Marzio

Pagina 36, Versione 236, del libro Lingua Magistra 2

Testo Originale Latino

Post regem Romulum Numa Pompilius rex creatus est qui bella quidem non gessit sed multum Romae civitati profuit. Ille enim…

Traduzione Italiana

Dopo il re Romolo, fu nominato re Numa Pompilio, che certamente non intraprese guerre, ma molto bene fece alla città di Roma. Egli, infatti, dopo aver fissato leggi e regole, ripartì l'anno in dieci mesi ed edificò innumerevoli templi e santuari. Morì al quarantatreesimo anno del suo regno per una malattia. Gli successe Tullo Ostilio, che riorganizzò guerre e schierò ingenti truppe per sconfiggere i cittadini di Albano, che distano dodici miglia dalla città di Roma; egli stesso battè in guerra gli abitanti di Veio e di Fidene, e allargò la città di Roma, dopo che ebbe annesso ad essa il monte Celio. Sempre Tullo, avendo regnato per trentadue anni, fu colpito da un fulmine e bruciò con la sua stessa casa. Dopodiché, Anco Marcio, nipote di Numa per parte di madre, assunse il potere. Avendo egli combattuto contro i Latini, aggiunse alla città il monte Aventino e il Gianicolo, voleva fondare una città alla foce del Tevere, sul mare, a sedici miglia dalla città di Roma, ma al ventiquattresimo anno del suo regno morì per una malattia.

 

Analisi

Relative: qui bella quidem non gessit, qui bella reparavit

Cum leges moresque constituisset: cum narrativo con piuccheperfetto (anteriorità) da Consistuo (constituo, constituis, constitui, constitutum, constituere)

Morbo decessit: complemento di causa (ablativo semplice, causa interna al soggetto)

Postquam ei Caelium montem adiecerat: proposizione temporale

Cum regnavisset: cum narrativo con piuccheperfetto (anteriorità) da regno (regno, regnas, regnavi, regnatum, regnare)

Sexto decimo miliario ab urbe Roma: complemento di distanza. Il luogo da cui si calcola la distanza (ab+abl), il numerale indicante la distanza in ablativo.

Complementi di tempo determinato: quadragesimo et tertio imperii anno, vicesimo et quarto anno imperii