Versione del libro Lingua Magistra 2

In dubio, pro reo!

Versione 250, pagina 70 del libro Lingua Magistra 2.

Testo Originale Latino

T. Caelius Terracinensis cum cenatus cubitum in idem conclave cum duobus adulescentibus filiis venisset inventus est mane iugulatus. Cum neque…

Traduzione Italiana

T. Celio di Terracina, dopo aver cenato, andò a letto nella stessa stanza insieme ai due figli giovani, al mattino fu trovato sgozzato. Poiché non si trovò nessun servo né nessun uomo libero al quale tale accusa si riferisse, i due figli, invece, per il fatto che dormivano vicino a lui al momento dell'omicidio e negarono di aver sentito, i figli furono accusati di parricidio. Cosa aveva potuto costituire una tale fonte di sospetto? Se i figli avessero sentito l'assassino, avrebbero difeso il padre, ma non avevano sentito niente. Chi, d'altra parte, avrebbe osato arrischiarsi in una stanza proprio in quel momento, mentre nello stesso luogo erano presenti i due figli giovani che avrebbero potuto benissimo sentire e difenderlo? D'altra parte, non c'era nessuno verso cui tale sospetto si riferisse. Tuttavia, essendo chiaro ai giudici che, aperta la porta, essi furono trovati mentre dormivano, i ragazzi furono prosciolti dall'azione giudiziaria e assolti da ogni sospetto. Infatti tutti i giudici ritenevano ciò: se i figli avessero profanato tutte le cose divine e le leggi umane con un empio delitto, non avrebbero potuto prendere subito sonno, per il fatto che quelli che abbiano commesso un così grave delitto certamente non possono nemmeno riposare senza preoccupazione né respirare senza paura.

 

Analisi

1.  Padre e figli dormivano in camere separate o nella stessa stanza? Nella stessa stanza

2. Come venne ucciso il padre? Viene sgozzato durante la notte

3. Perché in un primo tempo i sospetti ricadono sui figli? Perché erano nella stessa stanza in cui si è consumato il delitto e non avevano sentito niente, il che era evidentemente sembrato troppo strano

4. Alla fine che cosa convince i giudici ad assolvere i ragazzi? I ragazzi sono stati trovati mentre dormivano pacificamente, troppo tranquillamente per dar sospetto di essere coinvolti nell'omicidio del proprio padre

5. Come va spiegato il proverbio latino che dà titolo al brano? La traduzione letterale del proverbio è: "nel dubbio, a favore dell'imputato!". Il senso della locuzione è questo: finché non si riescono a trovare delle prove che dimostrino inconfutabilmente la colpevolezza di un imputato, bisogna concedergli il beneficio del dubbio e considerarlo innocente fino a prova contraria.

6. Rintraccia i periodi ipotetici, indicando di ciascuno il tipo e sottolineandone l'apodosi

Si filii sicarium audivissent, patrem defendissent: periodo ipotetico dell'irrealtà (III tipo). Apodosi: patrem defendissent

Si...polluissent, capere non potuissent. Periodo ipotetico dell'irrealtà (III tipo). Apodosi: capere non potuissent.