Versione del libro Lingua Magistra 2

Le mogli di Nerone

Pagina 22, Versione 237, del libro Lingua Magistra 2.

Testo Originale Latino

Uxores praeter Octaviam duas postea duxit Poppaeam Sabinam quae quaestorio patre nata erat et equiti Romano antea nupta deinde Statiliam…

Traduzione Italiana

Oltre a Ottavia, in seguito (Nerone) prese altre due donne come mogli: prima Poppea Sabina, che era figlia di un anziano questore e precedentemente era stata sposata con un cavaliere romano; poi Statila Messalina, pronipote di Tauro, console per due volte e portato in trionfo. E per poter sposare quest'ultima, assassinò suo marito, il console Attico Vestino, proprio mentre era in carica. Ben presto si stancò della relazione con Ottavia e agli amici, che lo rimproveravano, rispose che l'onore del matrimonio dovesse essere per lei già sufficiente. Invano, poi, pensò spesso di strangolarla e la ripudiò in quanto sterile; l'allontanò anche, tra le proteste, infine la fece uccidere con l'accusa di adulterio, un'accusa talmente sfrontata e falsa, che coinvolse come denunciatore il suo pedagogo, Aniceto, affinché mentisse e confessasse che lui stesso aveva abusato di lei con l'inganno. Nel dodicesimo giorno dopo il divorzio da Ottavia prese in matrimonio Poppea e la amò in modo esclusivo; e tuttavia uccise anche lei, con un calcio, poiché, incinta e malata, lo aveva rimproverato poiché era tornato tardi da una gara di carri. Da lei ebbe una figlia, Claudia Augusta, e la perse, ancora piccolissima.

 

Analisi

1. Individua i dimostrativi e inseriscili nella seguente tabella.

hic: hac
ille: illi, illi
iste

2. Individua i determinativi e inseriscili nella seguente tabella.

is: eius, eum, eam.
idem: eandem.
ipse: ipso, ipso, ipsam

3. Spiega quale differente significato hanno queste due espressioni.

in honore ipso: nell'onore stesso (proprio nell'onore, non in qualcos'altro)
in eodem honore: nel medesimo onore (sempre lo stesso)

NB: come si nota dalla traduzione, nel testo l'espressione in honore ha una diversa sfumatura di significato; il significato base qui data rende meglio la sfumatura tra ipse e idem.

4. Volgi al plurale le seguenti espressioni.

in honore ipso: in honoribus ipsis
eum: eos
illi: illis
eandem: easdem
ex hac: ex his
i

5. A chi è riferito il pronome eius (r. 3)?

A Messalina