Versione del libro Lingua Magistra 2

Pirro conquista la Macedonia

Pagina 35, Versione 239, del libro Lingua Magistra 2.

Testo Originale Latino

Dum haec in Asia geruntur interim in Sicilia Pyrrus a Poenis navali proelio victus ab Antigono Macedoniae rege supplementum militum…

Traduzione Italiana

Mentre in Asia succedono queste cose, nel frattempo in Sicilia Pirro, sconfitto in una battaglia navale dai Cartaginesi, chiede ad Antigono un aiuto militare attraverso gli ambasciatori, minacciando, in caso contrario, che avrebbe considerato necessario ritornare nel regno. Quando gli ambasciatori annunciano la disfatta, finge un'improvvisa partenza e comanda agli alleati di predisporsi alla guerra, affidando la custodia della rocca di Taranto al figlio Eleno e all'amico Milone. Dopo essere tornato in Epiro, immediatamente occupa i confini della Macedonia; Antigono gli si oppone con il suo esercito e, sconfitto in battaglia, si dà alla fuga. E così Pirro accetta la resa della Macedonia e, avendo bilanciato i danni della perdita della Sicilia e dell'Italia, fa chiamare il figlio e l'amico che aveva lasciato a Taranto. Antigono, invece, si rifugia a Tessalonica con pochi cavalieri, suoi compagni di fuga, poi con un manipolo di Galli mercenari è sul punto di riprendere la guerra. Di nuovo, è completamente sconfitto da Tolomeo, figlio di Pirro; fuggendo insieme ai compagni cerca di raggiungere nascondigli per la salvezza e luoghi segreti per la fuga.

 

Analisi

Dum haec in Asia geruntur: temporale

Revertere se in regnum necesse habere: doppia infinitiva: necesse habere è subordinata di primo grado (retta dal participio denuntians), revertere è subordinata di secondo grado (retta da necesse habere)

Socios...parare bellum iubet: infinitiva introdotta da iubet, con l'accusativo della persona a cui è rivolto il comando (socios).

Cum exercitu: complemento di compagnia

Cum pensavisset: cum narrativo con congiuntivo piuccheperfetto (penso, pensas, pensavi, pensatum, pensare); esprime anteriorità di azione, nella reggente c'è un presente storico che ha il valore di un perfetto (tempo storico).

Reparaturus: participio futuro

Ab Ptolomaeo: complemento d'agente (ab+ abl)