Versione del libro Lingua Viva 1

Come i Romani avrebbero ottenuto il dominio sul mondo

Pagina 397, Esercizio 21, del libro Lingua Viva 1.

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Tradunt in agro Sabino eximiae formae vaccam agricolae natam esse qui vates percontatus est et tali modo responsum accepit: si…

Traduzione Italiana

Tramandano che nel territorio sabino fosse nata una vacca di esimia bellezza ad un contadino, che consultò i vati e ricevette il responso in questo modo: se qualcuno avesse sacrificato a Diana quella vacca sul monte Aventino, la sua patria avrebbe ottenuto il dominio di tutto il mondo. Allora il contadino, felice per il vaticinio, subito partì per Roma e, giunto al tempio di Diana, pose la vacca di fronte all'ara della dea, affinché ottenesse il dominio per i Sabini. Un sacerdote del tempio, avendo saputo questa cosa da lui, esortò il contadino sabino a purificarsi con l'acqua del Tevere prima di uccidere la vittima. Mentre il contadino, che aveva seguito il consiglio, si dirigeva verso il Tevere, il sacerdote, colse il momento opportuno e immolò la vacca, affinché ottenesse il dominio del mondo per i Romani. E davvero fu così.

 

Analisi

Tradunt in agro Sabino eximiae formae vaccam agricolae natam esse = infinitiva soggettiva

qui vates percontatus est = relativa propria

si quis vaccam illam Dianae in Aventino monte immolaverit, eius patria totius orbis terrarum imperium adipiscetur. = periodo ipotetico II tipo

cum ad templum Dianae pervenisset = cum narrativo con valore temporale

ut Sabinis imperium adipisceretur = finale

Quam rem cum ab eo sacerdos templi scivisset = cum narrativo con valore temporale/causale

ut se aqua Tiberis ablueret = completiva volitiva

antequam victimam caederet = temporale

Dum rusticus Tiberim petit = temporale

qui consilium secutus erat = relativa propria

ut orbis terrarum imperium Romanis consequeretur = finale