Versione del libro Lingua Viva 1

I regni di Numa Pompilio e Tullo Ostilio

Pagina 220, versione 5 del libro Lingua Viva 1.

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Postea Numa Pompilius rex creatus est qui bellum quidem nullum gessit sed adiuvit civitatem tamquam Romulus. Nam et leges Romanis…

Traduzione Italiana

In seguito Numa Pompilio fu nominato re, il quale non condusse alcuna guerra, ma ampliò la città come Romolo. Infatti istituì le leggi e i costumi per i Romani, che per la consuetudine delle battaglie ormai erano considerati ladroni e semibarbari, divise l'anno in dieci mesi e fondò infiniti riti sacri e templi a Roma. Morì di malattia nel quarantatreesimo anno di regno. Gli succedette Tullo Ostilio. Egli rinnovò guerre, sconfisse gli Albani, che stanno non molto lontano dalla città di Roma, e sconfisse i Veienti e i Fidenati, dei quali i primi distano sei miglia dalla città di Roma, i secondi a diciotto miglia, e allargò la città. Dopo che egli aveva regnato trentadue anni, un fulmine lo colpì nella reggia.

 

Analisi

1. individua i nomi della terza declinazione raggruppandoli:

singolare casi diretti
rex
civitatem
urbem
fulmen

singolare casi obliqui
consuetudine
urbe urbe

plurale casi diretti
leges
mores
latrones
menses
Veientes
Fidenates

2. individua i complementi di tempo
quadragesimo et tertio  anno
triginta et duos annos

3. individua le proposizioni relative
Qui … gessit
Qui … putabantur
Qui … sunt
Quorum … sunt (quorum) octavo decimo (sunt)

4. Trasforma in attive le seguenti frasi passive utilizzando come soggetti i nomi indicati:
- Numa Pompilius rex creatus est = Romani creaverunt Numam Pompilium regem  …
- Romani consuetudine proeliorum iam latrones ac semibarbari putabantur = Graeci  putabant romanos  latrones semibarbaros proeliorum consuetudine …