Versione del libro Lingua Viva 1

Le Sabine, causa di guerra e promotrici di pace

Pagina 324, versione 1 del libro Lingua Viva 1.

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Raptu mulierum Sabini bellum contra Romanos fecerunt. Romulus adversus Tatium Sabinorum regem processit et pugnam conseruit in loco ubi postea…

Traduzione Italiana

I Sabini intrapresero una guerra contro i Romani a causa del ratto delle donne. Romolo marciò contro Tazio, re dei Sabini e iniziò la battaglia nel luogo in cui in seguito ci sarà il foro romano. Qui Ostio Ostilio, comandante delle truppe romane, combatté valorosamente, ma cadde in battaglia; dopo la morte di Ostio, i Romani si diedero alla fuga. Allora Romolo elevò le armi al cielo e pregò: "Giove, padre degli dèi e degli uomini, tu sei la nostra speranza, respingi il nemico! Scaccia il terrore dai romani e ferma la disonorevole fuga! Io stesso dedico a te, Giove Statorio, un tempio nella città di Roma", infine disse ai soldati: "Romani, per ordine di Giove, resistete e riprendete la battaglia". E l'esercito, per caso o per volere divino, resistette e riprese la battaglia. Ma la pace era nel cuore delle Sabine; allora quelle, dalla campagna e dalla città, procedono in mezzo alla battaglia e separano le schiere nemiche: implorano prima i padri poi i coniugi e infine rappacificano le schiere. Quel giorno i Romani e i Sabini strinsero un'alleanza e congiungono il regno di Roma.

 

Analisi

1. Analizza la funzione logica dei nomi di quarta e quinta classe

quarta declinazione:
Raptu ablativo maschile singolare complemento di causa
Interitum accusativo maschile singolare complemento di tempo retto da post
Iussu da iussus ablativo maschile singolare complemento di limitazione
Exercitus nominativo maschile singolare

quinta declinazione
in acie stato in luogo figurato ablativo femminile singolare
spes nominativo femminile singolare  nome del predicato
acies da acies accusativo maschile plurale complemento oggetto
die da dies ablativo maschile singolare complemento di tempo

2. Analizza le voci verbali all’imperativo

arce da arceo imperativo presente seconda persona singolare
deme da demo imperativo presente seconda persona singolare
siste da sisto imperativo presente seconda persona singolare
resistete da resisto imperativo presente seconda persona plurale
iterate da itero imperativo presente seconda persona plurale

3. Analizza le particolarità delle determinazioni di luogo

urbe atque rure ablativo semplice
Romae genitivo locativo

4. Individua la costruzione del doppio dativo

mulieribus cordi est