Versione del libro Lingua Viva 1

Ritratto dell'uomo politico onesto

Pagina 441, versione 8 del libro Lingua Viva 1.

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Qui rei publicae profuturi sunt duo Platonis praecepta teneant: in primis utilitatem civium sic tueantur ut omnia quae agunt ad…

Traduzione Italiana

Coloro che intendono giovare alla repubblica, tengano presente due precetti di Platone: per prima cosa tutelino l'utilità dei cittadini, così che tutte le cose che fanno siano indirizzate ad essa, dopo aver dimenticato i loro interessi; in secondo luogo amministrino l'intero corpo della repubblica, in modo che non dimentichino il resto mentre tutelano una parte. Infatti come la tutela, così la gestione della repubblica deve essere fatta a vantaggio di coloro che si sono affidati, non di coloro a cui è stata affidata. Infatti coloro che provvedono a una parte di cittadini, ne trascurano una parte, introducono nella cittadinanza una cosa molto dannosa, sedizione e discordia. Da qui segue che alcuni si mostrano sostenitori del popolo, altri attenti ai cittadini nobili, pochi a tutti. Presso gli Ateniesi da qui sorsero grandi discordie: in questa nostra repubblica (sorsero) non solo sedizioni, ma anche orribili guerre civili: queste cose fuggirà un cittadino serio e forte e degno del ruolo di capo dello stato, e si dedicherà con tutto se stesso allo stato e non cercherà ricchezza o potere, e la curerà tutta, così da provvedere a tutti.

 

Analisi

Qui rei publicae profuturi sunt: perifrastica attiva

sic tueantur, ut omnia quae agunt: consecutive

cum obliti sint commodorum suorum: cum narrativo valore causale

ne reliquas deserant: finale negativa

dum partem aliquam tuentur: temporale

Ut enim tutela, sic procuratio rei publicae ad utilitatem eorum: consecutiva

qui commissi sunt: relativa propria

ut alii populares, alii studiosos optimorum civium se ostendant, pauci universorum: completiva circostanziale

sic tuebitur ut omnibus consulat: consecutiva