Versione del libro Lingua Viva 2

Brutalità dei duelli tra gladiatori

Pagina 184, versione 31 del libro Lingua Viva 2.

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Casu in amphiteatrum ii et in meridianum spectaculum incidi lusus videre volens et sales et aliquod laxamentum quo hominum oculi…

Traduzione Italiana

Mi recai all'anfiteatro e capitai per caso allo spettacolo di mezzogiorno, aspettandomi (lett. desiderando vedere) scenette comiche, battute scherzose (sales) e un po' di (aliquod) distensione con cui gli occhi degli uomini si riposassero (lett. riposino) dal(la vista del) sangue umano. È tutto l'opposto: qualunque combattimento che fosse avvenuto in precedenza era un gesto di mitezza; ora, lasciando da parte gli scherzi, sono veri e propri omicidi. I gladiatori, infatti, non hanno nulla con cui proteggersi; esposti in tutto il corpo ai colpi, non si scontrano mai invano. La maggior parte degli spettatori preferisce questo. I colpi di spada (ferrum: la spada) non sono fermati dall'elmo né dallo scudo. A quale scopo le protezioni? A quale scopo le tecniche di combattimento? Tutto ciò serve solo a ritardare la morte (lett. è un ritardo della morte). Al mattino gli uomini sono esposti ai leoni e agli orsi, a mezzogiorno ai propri spettatori, i quali vogliono che gli uccisori siano esposti a coloro che li uccideranno e tengono in serbo il vincitore per un'altra strage; la conclusione per i (lett. dei) combattenti è la morte. Si procede (res geritur) col ferro e col fuoco. «Ma uno ha commesso una rapina, ha ucciso un uomo». E allora? Perché ha ucciso, ha meritato di subire questo: tu, disgraziato, che cosa hai meritato per sopportare questo spettacolo? «Uccidi, frusta, brucia! Perché va incontro alla spada con tanta paura? Perché ammazza con poco coraggio? Perché muore poco volentieri o non vuole morire? Lo si spinga al combattimento (in vulnera: ai colpi) a nerbate, ricevano colpi reciproci sui petti scoperti e indifesi». Lo spettacolo è sospeso: «Intanto si sgozzino persone, per non stare a far niente».

 

Analisi

quo... acquiescant: proposizione relativa.

quidquid... pugnatum est: proposizione relativa.

omissis nugis: ablativo assoluto.

quo tegantur: proposizione relativa.

Quo munimenta? Quo artes?: proposizioni interrogative dirette.

qui... volunt et detinent: proposizioni relative.

Quid ergo?: proposizione interrogativa diretta.

Quia occidit: proposizione causale.

quid meruisti: proposizione interrogativa diretta.

ut... feras: proposizione finale.

Quare tam timide incurrit in ferrum? Quare parum audacter occidit? Quare parum libenter moritur vel mori non vult? : proposizioni interrogative indirette.

ne nihil agatur: proposizione finale negativa.