Versione del libro Lingua Viva 2

Cerimonia augurale per il futuro re Numa

Pagina 33, versione 42 del libro Lingua Viva 2.

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Audito nomine Numae patres Romani omnes qui novum Romae regem consalutaturi erant Numae Pompilio triginta ferme annos nato regnum tributum…

Traduzione Italiana

Udito il nome di Numa, tutti i senatori romani, che si preparavano ad acclamare il nuovo re di Roma, decisero di conferire il regno a Numa Pompilio, il quale aveva all’incirca trent’anni. Chiamato al trono di Roma, come Romolo aveva fondato la città e assunto il regno dopo aver preso gli auspici, così volle che anche per lui fossero consultati gli dèi. Quindi, condotto sulla rocca dall’augure, sedette su di una pietra rivolto a mezzogiorno. L’augure si pose alla sua sinistra col capo velato, tenendo nella mano destra un bastone ricurvo senza nodi, che chiamarono lituo. Quando poi, rivolto lo sguardo alla città e alla campagna, invocò gli dèi, divise le zone (del cielo) da oriente a occidente e specificò che le zone verso mezzogiorno erano favorevoli, quelle a settentrione infauste; quindi, portato il lituo nella sinistra e posta la destra sul capo di Numa, fece questa preghiera: «Padre Giove, se è volere divino che questo Numa Pompilio, di cui io tengo il capo, sia re di Roma, mostraci dei segni sicuri tra quei confini che ho tracciato!». Poi enunciò gli auspici che desiderava fossero inviati da Giove. Una volta ricevutili (lett. essendo stati essi [= gli auspici] inviati), Numa, dichiarato re, scese dallo spiazzo consacrato.

 

Analisi

Audito nomine: ablativo assoluto.

qui... consalutaturi erant: proposizione relativa con verbo espresso da una perifrastica attiva.

deos consuli: proposizione infinitiva con valore completivo. 

deductus: proposizione temporale espressa con un participio perfetto.

quem... appellaverunt: proposizione relativa.

prospectu... capto: ablativo assoluto.

ubi... precatus est: proposizione teporale.

dextras... esse: proposizione infinitiva con valore oggettivo. 

lituo... traducto: ablativo assoluto.

dextra... imposita: ablativo assoluto.

si est fas: proposizione condizionale.

hun... regem esse: proposizione infinitiva con valore oggettivo.

cuius... teneo: proposizione relativa.

quos feci: proposizione relativa.

quae... optabat: proposizione relativa.

Quibus missis: ablativo assoluto.