Versione del libro Lingua Viva 2

Elogio del giudice Aquilio

Pagina 164, versione 7 del libro Lingua Viva 2

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Hoc loco percommode accidit quod non adest is qui paulo ante adfuit et adesse nobis frequenter in hac causa solet…

Traduzione Italiana

A questo punto è veramente una fortuna (lett. accade molto opportunamente) che non sia presente colui che è stato presente (sino a) poco tempo fa e che in questa causa suole frequentemente assistermi (adesse nobis), un gran galantuomo, Gaio Aquilio; infatti, in sua presenza, il ritegno mi impedirebbe di parlare del suo spessore morale e della sua grande pratica del mondo (prudentia), perché lui stesso proverebbe (lett. sarebbe preso da) un certo ritegno sentendosi lodare (lett. a causa della sua lode) e una simile forma di pudore mi tratterebbe dal lodarlo mentre è presente (lett. dalla lode di lui presente). Io, però, parlando di una tale personalità, non temo di dire più (lett. non temo di dire, di una tale personalità, più) di quel che provate (nei suoi riguardi) o volete sia ricordato davanti a voi; per questo affermerò ciò, che non è mai sopravvalutata (nimium valere) l'autorevolezza di una persona la cui saggezza (lett. di lui la cui saggezza) il popolo romano ha sperimentato nel (suo saper) risolvere i problemi, non non nell'eluderli, che non ha mai disgiunto lo spirito del diritto civile dalla (vera) giustizia, che per tanti anni ha messo a disposizione il proprio ingegno, il proprio zelo, la propria lealtà a servizio e a disposizione (promptam expositamque) del popolo romano; che è un uomo così giusto e buono da sembrare giureconsulto per disposizione naturale, non per la (sua) dottrina, così esperto e avveduto che dal diritto civile sembra (gli) sia derivata non solo una certa cultura professionale (scientia... quaedam), ma anche la (sua) integrità.

 

Analisi

a. Individua le proposizioni completive e analizzane il tipo.

quod non adest: proposizione completiva di tipo dichiarativo.

quin... dicerem: proposizione completiva introdotta da quin.

ne plus dicam: completiva con verbum timendi.

b. Riscrivi le completive individuate modificando il tempo della reggente da presente a passato o viceversa e adeguando, di conseguenza, il tempo della completiva.

Hoc loco percommode accidit, quod non adest... et adesse solet = Hoc loco percommode accidebat, quod non aderat.

reverentia me impediret quin... dicerem = reverentia me impediat quid... dicam.

Non vereor de tali viro ne plus dicam = Non verebar de tali viro ne plus dicerem.

c. Individua i gerundi.

cavendo; decipiendo;