Versione del libro Lingua Viva 2

I Cartaginesi in Puglia

Pagina 374, versione 6 del libro Lingua Viva 2.

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Hannibal postquam in castra rediit plures dies propter inopiam frumenti manere nequit novaque consilia in dies non apud milites solum…

Traduzione Italiana

Annibale, dopo essere tornato nell’accampamento, non (vi) poté sostare molti giorni a causa della mancanza di frumento, e di giorno in giorno nuove intenzioni nascevano non solo nei soldati, racimolati dalla feccia di popoli di ogni sorta (più lett. di tutti i popoli), ma anche nello stesso comandante. Si dice, infatti, che, essendoci stato dapprima un mormorio sommesso, poi un’aperta protesta a voce alta (vociferatio) dei soldati (lett. di coloro) che reclamavano la paga dovuta e si lamentavano prima della mancanza di viveri (annona), infine della fame, e poiché correva voce che i soldati mercenari, soprattutto quelli di razza ispanica, avevano deciso di disertare (più lett. preso una decisione sulla diserzione), anche ad Annibale stesso sia qualche volta passato per la mente il pensiero (agitavisse) di una fuga in Gallia, in modo da salvarsi fuggendo (proriperet) con i cavalieri, dopo aver abbandonato tutta la fanteria. Poiché tali erano le intenzioni e tale la disposizione degli animi nell’accampamento, decise di partire da lì per i luoghi dell’Apulia più caldi e dove perciò le messi maturano più presto (lett. e perciò più maturi riguardo alle messi), anche perché, quanto più lontano dal nemico (egli) fosse andato, le diserzioni (sarebbero state) più difficili per (uomini) dai caratteri facilmente influenzabili. Partì di notte, dopo aver acceso come l’altra volta (similiter) dei fuochi e aver lasciato poche tende per ingannare (il) (lett. per l’inganno del) (nemico), affinché la paura di un agguato, pari a quella che avevano già provato (lett. a quella precedente: priori sottintende sempre metui), trattenesse i Romani.

 

Analisi

a. Individua i costrutti del cum narrativo e indica se sono in rapporto di contemporaneità o anteriorità con la reggente.

cum... fuisset: proposizione narrativa con valore causale in rapporto di anteriorità rispetto alla reggente.

cum... fama esset: proposizione narrativa con valore causale in rapporto di contemporaneità rispetto alla reggente.

Cum... esset: proposizione narrativa con valore causale in rapporto di contemporaneità con la reggente.

b. Individua gli ablativi assoluti e di ciascuno specifica il valore sintattico prevalente.

relicto peditatu: ablativo assoluto con valore temporale.

ignibus... factis tabernaculisque paucis... relictis: ablativi assoluti con valore temporale.

c. Rintraccia la proposizione temporale.

postquam... rediit.

d. Individua la costruzione del verbum declarandi: è personale o impersonale.

dicitur... hannibal... agitavisse: costruzione personale (infinitiva con nominativo+infinito).