Versione del libro Lingua Viva 2

La statua di Cibele giunge a Roma

Pagina 52, versione 23 del libro Lingua Viva 2.

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Rex Asiae Attalus legatos Romanos comiter acceptos Pessinuntem in Phrygiam deduxit sacrumque iis lapidem quae Mater deum dicebatur ab incolis…

Traduzione Italiana

Attalo, re dell’Asia (Minore), accolti benevolmente gli ambasciatori romani, li condusse a Pessinunte, nella Frigia, e consegnò a loro la pietra sacra che gli abitanti ritenevano fosse (l’immagine del])a Madre degli dèi perché la portassero a Roma. Mandato avanti dai messi, M. Valerio annunziò l’arrivo della dea; si cercava in città un uomo di alte qualità morali che ospitasse (lett. accogliesse in ospitalità) Cibele secondo il rito: fu scelto P. Cornelio Scipione Nasica, perché si riteneva dotato di tutte le virtù. Questi andò incontro alla dea a Ostia, seguito da tutte (lett. con tutte) le matrone: dopo che la nave giunse alla foce del fiume Tevere, Scipione, trasportato in alto mare su una barca, ricevette dai sacerdoti la dea e la portò a terra. Le matrone più in vista della città presero in consegna la statua della Grande Madre; esse, facendo passare il simulacro della dea successivamente dall’una all’altra (lett. in successione), mentre tutta la città era per strada, collocati turiboli (per l’incenso) dinanzi alle porte (delle case), portarono il simulacro al tempio della Vittoria, che si trova sul Palatino, il 12 aprile (lett. il giorno prima delle idi di aprile), e quel giorno fu (dichiarato) festivo. Il popolo, numeroso, portò doni alla dea sul Palatino, dove (lett. e) furono (istituiti) un banchetto sacrificale e spettacoli denominati feste Megalesi.

 

Analisi

quae... dicebatur: proposizione relativa.

qui... deportarent: proposizione relativa con valore finale.

qui... acciperet: proposizione relativa con valore finale.

quia... putaretur: proposizione causale.

postquam... accessit: proposizione temporale.

omni effusa civitate: ablativo assoluto.

turibulis... positis: ablativo assoluto.