Versione del libro Lingua Viva 2

L'istituzione del consolato

Pagina 292, versione 27 del libro Lingua Viva 2.

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Hinc Romae ne Tarquinius Superbus iterum rerum potiretur consulatus coepit et pro uno rege duo consules creati sunt: ita si…

Traduzione Italiana

Da allora a Roma, perché Tarquinio il Superbo non tornasse di nuovo al potere, si istituì (coepit: iniziò) il consolato e, in luogo di un re, furono nominati due consoli: così, se uno avesse voluto comportarsi da despota (lett. essere dispotico), l’altro, avendo un potere equivalente, lo avrebbe tenuto a freno. E si deliberò che non detenessero questa carica più a lungo di un anno, affinché non diventassero troppo arroganti per la lunga durata del potere, ma fossero sempre moderati, dal momento che sapevano che dopo un anno sarebbero tornati privati cittadini. Nel primo anno dopo la cacciata dei re furono dunque consoli Lucio Giunio Bruto, il più degno del potere perché si era dato moltissimo da fare per cacciare Tarquinio, e Tarquinio Collatino, marito di Lucrezia. Ma a Tarquinio Collatino fu subito tolta la carica. Si era deciso infatti che non dovesse rimanere in città nessuno che si chiamasse Tarquinio ed esercitasse una magistratura. Pertanto Tarquinio Collatino fu libero da cariche pubbliche e, raccolta ogni sua sostanza, si allontanò dalla città: in sua vece fu eletto console Lucio Valerio Publicola.

 

Analisi

ne... potiretur: proposizione finale.

si unus malusesse voluisset, alter eum... coërcuisset: periodo ipotetico di III tipo.

habens potestatem similem: proposizione causale espressa da un participio presente.

ne... haberent: proposizione completiva negativa.

ne... fierent, sed... essent: proposizioni finali negative.

cum... scirent: proposizione narrativa con valore causale.

futuros esse privatos cives: proposizione infinitiva con valore oggettivo.

quia... egerat: proposizione causale.

ut... pelleretur: proposizione finale.

ne... maneret: proposizione completiva negativa.

qui... vocaretur et qui... fungeretur: proposizioni relative improprie con valore ipotetico.

accepto omni patrimonio suo: ablativo assoluto con valore temporale.