Versione del libro Lingua Viva 2

Lotta per il potere

Pagina 301, versione 8 del libro Libro Lingua Viva 2.

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Eumenes autem rei militaris peritia qua maxime fruebatur ad Antigoni refrenandum impetum tale capit consilium. Certos mittit homines ad infimos…

Traduzione Italiana

Allora Eumene, con esperienza dell’arte militare, di cui era sommamente pratico, adotta tale espediente per ritardare la marcia forzata (impetum) di Antigono. Invia uomini fidati alle pendici dei monti (ad infimos montes) che si trovavano di fronte alla strada dei nemici e ordina loro di accendere, sul far della notte (prima nocte), grandissimi fuochi per il più ampio spazio possibile (quam latissime), di smorzarli al secondo turno di guardia, di ridurli al minimo (perexiguos reddant) al terzo e, simulando (lett. simulata) l’usanza degli accampamenti, di infondere nei nemici il sospetto che in quei luoghi ci sia un accampamento e che si sia sparsa voce del loro arrivo (lett. sia stato preannunziato riguardo al loro arrivo); (ordina che) facciano lo stesso la notte successiva. Coloro ai quali era stato impartito l’ordine lo eseguono scrupolosamente. Antigono, sopraggiunte le tenebre, scorge i fuochi: crede che si sia diffusa notizia (esse auditum: si sia sentito) del suo arrivo e che gli avversari abbiano radunato là le loro truppe. Deve necessariamente modificare il (suo) piano e, poiché non può prendere i nemici di sorpresa, devia il suo percorso e prende una via tortuosa più lunga (ma) ricca di provviste, e si trattiene là un giorno per placare la stanchezza dei soldati e rifocillare i cavalli, sì da combattere con un esercito più fresco. Così Eumene, ricorrendo a un astuto stratagemma, vinse (quel) comandante astuto e frenò la sua rapida marcia (celeritas), ma non ne ricavò molto. Infatti per l’ostilità dei comandanti che erano con lui (lett. con i quali stava) e per il tradimento dei veterani macedoni, pur essendo uscito vincitore (superior) dalla battaglia, fu consegnato ad Antigono e il suo nemico ottenne il potere (rerum potitus est).

 

Analisi

a. Individua e analizza i verbi che reggono l'ablativo.

fruebatur: indicativo imperfetto III persona singolare del verbo fruor, frueris, fructus sum, frui.

praecipit: indicativo presente III persona singolare del verbo praecipio, is, praecepi, praeceptum, praecipere, 3°.

usus: nominativo participio perfetto del verbo utor, uteris, usus sum, uti.

b. Individua e analizza la costruzione di opus est.

Ei mutare consilium opus est: costruzione impersonale in cui la persona è in dativo (E) e la cosa che occorre è rappresentata da un infinito (mutare).

c. Individua e analizza tutti i complementi in caso ablativo.

peritia: complemento di mezzo.

prima nocte/secunda vigilia/tertia: complemento di tempo determinato.

assimulata... consuetudine: complementi di modo.

de adventu: complemento di argomento.

postera nocte: complemento di tempo determinato.

quibus: complemento di termine.

integriore exercitu: complemento di mezzo.

callido consilio: complemento di mezzo.

invidia... perfidiaque: complementi di causa.

cum quibus: complemento di compagnia.

d. Individua e analizza i seguenti costrutti: ablativo assoluto, proposizioni infinitive, finali e relative.

qua maxime fruebatur: proposizione relativa.

ad refrenandum: proposizione finale espressa con ad+l'accusativo del gerundivo.

qui... erant: proposizione relativa.

esse castra ac... esse preanuntiatum: proposizioni infinitive.

quibus imperatum erat: proposizione relativa.

tenebris obortis: ablativo assoluto.

esse auditum et adversarios... contraxisse: proposizioni infinitive.

ad sedandam ac... reficiendam: proposizioni finali espresse con ad+l'accusativo del gerundivo.

cum quibus erat: proposizione relativa.