Versione del libro Lingua Viva 2

Primo contatto con i Britanni

Pagina 61, versione 5 del libro Lingua Viva 2.

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Caesar exposito exercitu et loco castris idoneo captoubi ex captivis cognovit quo in loco hostium copiae consedissent cohortibus decem ad…

Traduzione Italiana

Cesare, dopo aver fatto sbarcare l’esercito e aver occupato un luogo adatto per il campo, appena seppe dai prigionieri in quale luogo si erano appostate le schiere dei nemici, lasciate sulla costa dieci coorti e trecento cavalieri, perché presidiassero la navi, alla terza vigilia mosse contro il nemico, senza nessuna preoccupazione per le imbarcazioni in quanto le aveva lasciate all’ancora davanti a un litorale sabbioso e aperto e aveva posto a difesa delle navi Quinto Atrio. Lui stesso, dopo aver marciato durante la notte per circa dodici miglia, avvistò le truppe dei nemici. Queste, spintesi con la cavalleria e gli essedi fino ad un fiume, da posizione più elevata erano pronti ad attaccare battaglia e iniziarono a ostacolare i nostri. Respinti dalla (nostra) cavalleria, (i nemici) ripararono nei boschi, approfittando di una postazione molto ben difesa per posizione naturale e munita di fortificazioni, che essi avevano approntato già da tempo, forse per una guerra interna; tutti gli accessi, infatti, erano ostruiti da molti alberi abbattuti. I nemici combattevano sparpagliati nelle selve e impedivano ai nostri di infiltrarsi nelle roccaforti. Ma i soldati della settima legione, formata la testuggine e innalzato un terrapieno fino ai bastioni, presero la postazione e stanarono gli avversari dai boschi, subendo poche perdite. Cesare, tuttavia, vietò ai nostri di proseguire l’inseguimento dei fuggiaschi (lett. di seguire quelli in fuga), sia perché non conosceva la zona (lett. la natura del luogo), sia perché, essendo ormai trascorsa gran parte del giorno, voleva destinare le ultime ore di luce (tempus) alla fortificazione del campo.

 

Analisi

a. Quale valore sintattico ha la proposizione qui praesidio navibus essent?

Valore finale.

b. Quale tipo di costrutto è praesidio navibus essent?

Doppio dativo (praesidio = dativo di fine, navibus = dativo di vantaggio). 

c. Individua i participi e di ciascuno specifica il valore sintattico.

veritus: valore relativo.

deligatas: valore predicativo.

progressus: valore temporale.

progressi: valore temporale.

Repulsi: valore tra il temporale e il causale.

nacti: funzione causale.

praeclusis: funzione attributiva. 

fugientes: funzione relativa.

 

d. Individua gli ablativi assoluti e di ciascuno specifica il valore sintattico prevalente.

exposito exercitu: valore temporale.

loco castris idoneo capto: valore temporale.

cohortibus... relictis et equitibus trecentis: valore temporale.

crebris arboribus succisis: valore causale.

testudine facta: valore temporale.

aggere... adiecto: valore temporale.

paucis vulneribus acceptis: valore temporale.

magna parte diei consumpta: valore causale.