Versione del libro Littera Litterae

Felice governo di Pericle

Traduzione della versione di latino dal libro "Littera Litterae"

Testo Originale Latino

PericliXanthippi filioclaris Atheniensium ducisbona indoles nobilesque mores erant. Iuvenis libenter de litteris disserebat et frequentibus largitionibus civium benevolentiam sibi comparabat.Postquam…

Traduzione Italiana

Pericle, figlio di Santippe, famoso comandante degli Ateniesi, aveva buona indole e nobili costumi. Il giovane liberamente parlava di letteratura e con frequenti elargizioni si procurava la benevolenza dei cittadini. Dopo che passò al partito dei popolari, da questo fu occupato velocemente l'impero di Atene. Eloquente oratore e prudente generale, resse Atene con mirabile consiglio, ornò con splendidi templi di marmo la città e la rese magnifica. Da Pericle vennero evitate con ogni cura le guerre; spesso infatti disse il tiranno: se i cittadini ubbidiscono alle ammonizioni della mia sapienza, non faranno mai guerra, e custodiranno i confini dell'Attica e li difenderanno.Nella guerra del peloponneso ci fu una pestilenza. La sua repentina morte fu causa della rovina degli Ateniesi: gli Ateniesi infatti, immemori dei consigli di Pericle, avendo prestato orecchie alle parole di Alcibiade, trascinarono con una ingente flotta le loro truppe in Sicilia. Ma la spedizione ebbe fine: gli Ateniesi caddero nelle insidie dei nemici e furono perse la libertà e la vita di tutti.