Versione del libro Maiorum Lingua A

Glauco e Diomede

Pagina 272, versione 34 del libro Maiorum Lingua A.

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Urbs Troia a Graecis multos per annos obsessa est. Ab omnibus fere populis Asiae strenui duces cum ingentibus copiis Troianis…

Traduzione Italiana

La città di Troia fu assediata dai Greci per molti anni. Da quasi tutte le popolazioni dell'Asia vennero in aiuto ai Troiani, con ingenti truppe, forti comandanti. Tra di essi spiccava Glauco, giovane Licio vivo d'ingegno e dalla singolare audacia, che spesso, in guerra, diede grandi prove del suo valore. Egli una volta, sotto le mura di Troia, sfidò a duello Diomede, forte eroe greco. Prima dello scontro Diomede lo interrogò così: «Come ti chiami? - disse - Da dove vieni?». Glauco rispose: «Voglio soddisfare la tua volontà e ti indicherò volentieri la mia stirpe. Mio padre è Ippoloco, Mio nonno Bellerofonte, uomo audace e forte: infatti uccise la Chimera, il mostro a tre teste, e le Amazzoni, stirpe di donne bellicose e crudeli». Allora Diomede fu preso da una grande gioia: «Ho con te - disse - un antico vincolo di ospitalità! Infatti, quando Bellerofonte venne in Grecia, fu accolto benevolmente da Eneo, mio nonno. Bellerofonte diede come dono all'ospite una cintura purpurea, Eneo gli donò un recipiente d'oro e strinsero amicizia eterna». E così Glauco e Diomede si riconobbero amici e non nemici, non si scontrarono e si scambiarono le armi.

 

Analisi

1. Individua nel testo le voci verbali all'indicativo perfetto di forma attiva e passiva,
scrivi il paradigma dei verbi da cui derivano con il significato.

obsessa est: obsideo, es, obsedi, obsessum, obsidere, 2°, "assediare"

venerunt/venit: venio, is, veni, ventum, venire, coniugazione mista, "venire"

dedit: do, da, dedi, datum, dare, 1°, "dare"

provocavit: provoco, as, avi, atum, are, 1°, "provocare", "sfidare"

interrogavit: interrogo, as, avi, atum, are, 1°, "interrogare"

inquit: inquam, verbo difettivo, "dire"

necavit: neco, as, avi, atum, are, 1°, "uccidere"

occidit: occido, is, occidi, occisum, occidere, 3°, "uccidere" 

captus est: capio, is, cepi, captum, capere, coniugazione mista, "prendere"

acceptus est: accipio, is, accepi, acceptum, accipere, coniugazione mista, "accogliere"

donavit: dono, as, avi, atum, are, 1°, "donare"

iunxerunt: iungo, is, iunxi, iunctum, iungere, 3°, "congiungere", "vincolare"

agnoverunt: agnosco, is, agnovi, agnitum, agnoscere, 3°, "riconoscere"

commiserunt: committo, is, commisi, commissum, committere, 3°, "iniziare"

commutaverunt: commuto, as, avi, atum, are, 1°, "scambiare"

2. Individua nel testo gli aggettivi della II classe e trascrivili al nominativo.

omnis, omne

ingens

acer, acris, acre

singularis, singulare

audax

fortis, forte

triformis, triforme

crudelis, crudele

3. Riconosci i costrutti del doppio dativo, individuando il dativo di fine e quello di interesse.

Troianis auxilio venerunt: "Troianis" è dativo di vantaggio, "auxilio" dativo di fine.

hospiti dono dedit: "dono" è dativo di fine, "hospiti" dativo di vantaggio.

4. Individua nel testo le forme del pronome determinativo is, ea, id e analizzale (genere, numero e caso).

eos: accusativo plurale maschile

Is: nominativo singolare maschile

eum: accusativo singolare maschile

ei: dativo singolare maschile

5. Rispondi scegliendo l'esatta risposta fra quelle proposte:

Riga 3 acris… audaciae è:   [a] genitivo di possesso   [b] genitivo di qualità

Riga 6 tibi è:   [a] dativo di interesse   [b] dativo di possesso   [c] dativo di termine

Riga 7 tibi(que) è:   [a] dativo di interesse   [b] dativo di possesso   [c] dativo di termine

Riga 13 amicos non hostes è:   [a] oggetto diretto   [b] predicativo dell'oggetto