Versione del libro Maiorum Lingua A

Il cursus honorum di Gaio Mario

Pagina 292, versione 39 del libro Maiorum Lingua A.

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Marius quamvis nobilis non esset propter suam in bello singularem virtutem atque plebis favorem rapidum cursum honorum transcurrit; nam augur…

Traduzione Italiana

Mario, sebbene non fosse nobile, per il suo singolare valore in guerra e il favore della plebe, fece una rapida carriera politica; infatti fu augure, questore, tribuno della plebe, pretore, censore e per sette volte console. Per prima cosa militò in Spagna, dove, guidato da Scipione Emiliano, imparò le tecniche di guerra, poi fu luogotenente del console Metello in Africa, e là si guadagnò la fiducia e il rispetto dei soldati. Quando tornò a Roma, gli ottimati erano avversi a quel comandante rozzo e ignorante, ma Mario, con il favore della plebe e dei soldati, fu eletto console per la prima volta. Durante il secondo consolato, condusse la guerra contro Giugurta, re dei Numidi, e dopo la vittoria celebrò il trionfo, trascinando Giugurta prigioniero dietro il suo carro fino al Campidoglio. Console per la quarta volta, sconfisse l'esercito dei Teutoni, che erano penetrati nei confini romani, e nuovamente celebrò il trionfo. Console per la quinta volta, sbaragliò i Cimbri e durante il sesto consolato pacificò Roma, turbata dalle rivolte della plebe, ma poi, inviso alla plebe perché aveva represso l'insurrezione del popolo, fu scacciato da Roma. Infine fu richiamato in patria ed eletto console per la settima volta.

 

Analisi

1. Individua nel testo i sostantivi della IV declinazione e scrivine il nominativo e genitivo.

cursus, cursus;

ductus, ductus (ma usato solo all'ablativo);

consulatus, consulatus;

currus, currus;

exercitus, exercitus;

tumultus, tumultus;

domus domus (declinazione mista, che oscilla tra la II e la IV).

2. Individua le forme verbali all'indicativo piuccheperfetto e scrivine il paradigma.

penetraverant: penetro, as, avi, atum, are, 1°;

represserat: reprimo, is, repressi, repressum, reprimere, 3°.

3. Oltre a ductu (riga 4) quali altri sostantivi astratti della IV declinazione venivano usati
solo all'ablativo singolare in -u con valore formulare?

hortatu; iussu; iniussu; postulatu; natu.

4. Quale determinazione di luogo esprime domum (riga 14)? Con quale significato?

Esprime complemento di moto a luogo (in accusativo semplice) e ha il significato di "patria"

5. Elenca, scrivendone il nominativo e il genitivo, le magistrature del cursus honorum ricoperte da Mario e confrontane la regolarità dell'ordine rispetto a quelle normalmente ricoperte dai cittadini romani (v. «Il lessico delle istituzioni politiche» qui sotto). 

augur, auguris;

questor, quaestoris;

tribunus plebis, tribuni plebis;

praetor, praetoris;

censor, censoris;

consul, consulis.

Il percorso di Mario è molto personale, ottiene pian piano cariche grazie all'appoggio della plebe e dei soldati principalmente, senza seguire un corso prestabilito.