Versione del libro Maiorum Lingua A

Il dio Giano

Pagina 300, versione 40 del libro Maiorum Lingua A.

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Ianus a Romanis scriptoribus antiquus Italiae deus putatur. Ianus enim - ut scriptores tradunt - primus Romanis sacros ritus dedit.…

Traduzione Italiana

Giano viene considerato dagli scrittori romani un antico dio dell'Italia. Giano, infatti - come tramandano gli scrittori - per primo diede dei riti sacri ai Romani. Egli presiedeva alle fasi iniziali di tutte le opere, motivo per cui il primo mese dell'anno fu chiamato Gennaio e fu sacro al dio. Gli scultori e i pittori romani raffiguravano Giano bifronte, cioè con un duplice volto, perché con una faccia guardava i fatti passati, con l'altra percepiva le cose future. Inoltre, Giano veniva rappresentato con un bastone nella mano destra e una clave nella sinistra, perché erano sotto la sua tutela le porte della città e delle case, attraverso cui gli uomini entravano nelle città e nelle case e che prendevano il nome dal dio. A Roma il tempio di Giano era presso il monte Campidoglio: le porte del tempio venivano aperte in tempo di guerra, in tempo di pace, invece, venivano chiuse. Da Giano prende il nome anche il monte Gianicolo, che sorge presso il Tevere, al di là del ponte Sublicio.

 

Analisi

1. Individua le proposizioni causali e sottolinea le congiunzioni che le introducono.

quod... respiciebat... animadvertebat: proposizione causale introdotta da quod;

quia... erant: proposizione causale introdotta da quia.

2. Individua il verbo a coniugazione mista e scrivine il paradigma.

respicio, is, respexi, respectum, respicere.

3. Riga 1: antiquus… deus è   [a] soggetto   [b] predicativo del soggetto?

4. Riga 2: l'agg. primus è usato in funzione   [a] predicativa   [b] attributiva?