Versione del libro Maiorum Lingua A

Il leone, il brigante e il viandante

Pagina 387, versione 62 del libro Maiorum Lingua A.

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Apud Phaedrum hanc fabellam legimus. Olim leo omnium animalium princeps pinguem vitulum in silva captum ante latibulum suum voraturus erat.…

Traduzione Italiana

In Fedro leggiamo questa favola. Una volta un leone, re di tutti gli animali, stava per divorare un grosso vitello catturato nel bosco davanti alla sua tana. Sopraggiunse un brigante, che passava di là, e chiese al leone una parte dell'animale per placare la fame, ma il leone: «Ti darei una parte del vitello - disse - se non fossi avido e improbo: infatti derubi gli altri uomini tieni per te solo tutto il bottino!»; così scacciò il brigante. Per caso, nello stesso luogo, giunse un innocuo viandante che, vedendo la belva, indietreggiò spaventato. Allora il leone calmo: «Non temere, amico, - disse - ma avvicinati. Ti darò volentieri una parte della mia preda, per la tua modesta e probità, e tu accetta con animo sereno!». E subito divise il vitello e ne diede una parte al viandante.

 

Analisi

1. Individua nel testo i participi e analizzali, precisandone il tempo (presente, perfetto,
futuro) e il valore (attivo o passivo).

placaret: congiuntivo imperfetto 3a pers. sing. attivo.

darem: congiuntivo imperfetto 1a pers. sing. attivo.

esses: congiuntivo imperfetto 2a pers. sing. attivo.

timueris: congiuntivo perfetto 2a pers. sing. attivo.

2. Individua il periodo ipotetico, indicandone la protasi e l'apodosi.

Tibi partem vituli darem: apodosi.

nisi avidus improbusque esses: protasi.

3. A quale tipo di coniugazione appartiene la voce verbale voraturus erat (riga 2)?

Appartiene alla I coniugazione. 

4. Riga 4: ut famem placaret è una proposizione   [a] finale   [b] completiva volitiva?