Versione del libro Maiorum Lingua A

La formica e la cicala

Pagina 400, versione 65 del libro Maiorum Lingua A.

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Acri hieme cicada magna fame laborabat quia aestate nullam rei frumentariae curam habuerat. Prudens formica autem aestate magnam frumenti copiam…

Traduzione Italiana

In un rigido inverno la cicala soffriva per la gran fame, perché in estate non aveva avuto alcuna preoccupazione per l'approvvigionamento. La previdente formica, invece, durante l'estate aveva accumulato una grande quantità di frumento, affinché il cibo fosse sufficiente per tutto l'inverno e non terminasse. La cicala, dunque, stremata dalla fame, si recò dalla formica e supplice: «Amica - disse - ti prego di dividere il tuo grano con me; infatti soffro così tanto per la fame da essere sul punto di morire!». Ma la formica rispose: «Cosa hai fatto durante l'estate? Perché non hai messo da parte il grano?». La cicala, in risposta: «Ho cantato lieta tra gli alberi!». Allora la formica esclamò con animo inflessibile: «Se non avessi cantato per tutta l'estate, ma avessi cercato e messo da parte il cibo, ora condurresti una vita sicura e non saresti tormentata dalla fame! Se allora hai preferito cantare, ora balla!»; e così scacciò dalla sua casa la povera cicala.

 

Analisi

1. Individua nel testo i periodi ipotetici e, dopo aver analizzato i tempi verbali, precisa il rapporto temporale che intercorre tra la protasi e l'apodosi.

Nisi totam aestatem cecinisses, sed (si) escam requisivisses ac cumulavisses, nunc securam vitam ageres nec fame excruciareris!: periodo ipotetico dell'irrealtà, in cui i verbi cecinisses, requisivisses, cumulavisses sono congiuntivi piuccheperfetti, mentre i verbi ageres ed excruciareris sono congiuntivi imperfetti. L'ipotesi irrealizzabile riguarda il presente, l'apodosi è in rapporto di posteriorità rispetto alla protasi.

Si tum canêre maluisti, nunc salta!: periodo ipotetico dell'oggettività, in cui maluisti è un indicativo perfetto, mentre salta è imperativo presente. L'apodosi è in rapporto di posteriorità rispetto alla protasi.

2. Individua le proposizioni introdotte da ut e indica la funzione di ciascuna.

ut... sufficeret neque deficeret: proposizione finale.

ut peritura sim: proposizione consecutiva.

3. Individua e analizza le determinazioni temporali presenti nel testo.

Acri hieme: complemento di tempo determinato.

aestate: complemento di tempo determinato.

totam hiemem: complemento di tempo continuato.

tempore aestati: complemento di tempo determinato.

totam aestatem: complemento di tempo continuato.