Versione del libro Maiorum Lingua A

Orazio Coclite e Clelia

Pagina 349, versione 53 del libro Maiorum Lingua A.

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Etrusci duce Porsena iam in urbem ponte Sublicio irrupturi erant cum Horatius Cocles extremam pontis partem occupavit et fortiter pugnans…

Traduzione Italiana

Gli Etruschi, sotto la guida di Porsenna, erano ormai sul punto di irrompere nella città attraverso il ponte Sublicio, quando Orazio Coclite occupò l'ultima parte del ponte e combattendo alacremente sostenne l'assalto dei nemici, mentre i commilitoni tagliavano il ponte alle sue spalle. Poi, quando vide, essendo stato il ponte tagliato, che la patria era stata liberata da un pericolo imminente, si tuffò armato nel Tevere. Gli dei immortali, commossi dal valore di Orazio, gli offrirono la salvezza: infatti, non abbattuto dall'altezza del tuffo né oppresso dal peso delle armi, neppure leso dalle frecce dei nemici, attraversò a nuoto il fiume e giunse dai suoi concittadini salvo. E così Orazio Coclite attirò su di sé gli occhi di tutti: sia dei cittadini, esitanti tra la gioia e la paura, sia dei nemici, stupiti per l'ammirazione. Egli infatti, da solo con il suo scudo, fu difesa per la città. Giustamente, gli Etruschi dissero allontanandosi da Roma: «Abbiamo vinto i Romani, siamo stati vinti da Orazio». Nello stesso periodo, anche Clelia compì una famosa impresa. Infatti ella, data, con altre fanciulle romane, come ostaggio a Porsenna, sfuggendo alla custodia dei nemici durante la notte, salì su un cavallo, attraversò celermente il fiume e ritornò a casa sua. Con questa impresa Clelia non solo sciolse se stessa dalla prigionia, ma liberò anche la patria dalla paura dei nemici e, con il consenso di tutti, fu eretta per lei nel foro una statua equestre.

 

Analisi

irrupturi erant: perifrastica attiva.

cum... occupavit et... sustinuit: proposizioni temporali. 

dum... rescindunt: proposizione temporale introdotta da dume contemporanea all'azione della reggente, perciò espressa con un tempo principale.

cum vidit: proposizione temporale.

ponte rescisso: ablativo assoluto.

patriam... liberatam (esse): proposizione infinitiva con valore oggettivo.

omnibus consentientibus: ablativo assoluto.