Versione del libro Maiorum Lingua A

Ragazzo, se parli con qualcuno o sei interrogato…

Pagina 359, versione 55 del libro Maiorum Lingua A.

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Compone te in rectum corporis statum: vultus sit nec tristis nec torvus nec impudens nec protervus nec instabilis; iuncti immotique…

Traduzione Italiana

Mettiti in una posizione del corpo corretta: il volto non sia né triste né torvo, né impudente né insolente né vacillante; i piedi siano giunti e immobili, le mani ferme, non gesticolanti; non abbassare gli occhi, non morderti le labbra, non grattarti il capo. Le vesti siano inoltre improntate al decoro, in modo che tutto l'abbigliamento, il volto, l'atteggiamento e l'aspetto del corpo mostrino un'indole rispettosa. Non essere loquace o precipitoso in modo inopportuno. Il tuo animo non si distragga, ma stai attento alle parole del maestro. Se ci sarà qualcosa a cui rispondere, lo farai con poche parole, in modo pertinente, chiaro e prudente. Quando parlerai, non affrettare il discorso e non esitare con la lingua, ma prenderai l'abitudine di pronunciare le tue parole in modo distinto, chiaro, articolato.

 

Analisi

1. Individua nel testo i congiuntivi esortativi, distinguendo quelli di forma negativa.

sit; sint; ne... demittas; nec mordeas; nec scabas; componantur; ferat; ne sis; ne vagetur; sis; ne praecipites; ne haesites.

2. Analizza (modo, tempo, persona, forma) le seguenti voci verbali: compöne (riga 1), facîto (riga 7), consuescîto (riga 9).

compone: imperativo presente, 2a pers. sing, forma attiva da compono, is, composui, compositum, componere, 3°.

facito: imperativo futuro, 2a pers. sing., forma attiva da facio, is, feci, factum, facere, coniugazione mista.

consuescito: imperativo futuro, 2a pers. sing., forma attiva da consuesco, is, consuevi, consuetum, consuescere, 3°.

3. Individua la proposizione subordinata temporale e sottolinea la congiunzione che la
introduce.

Cum loqueris.

4. Riga 3, ad decorum esprime la funzione:   [a] di fine o scopo   [b] di moto a luogo

5. Riga 8, paucis verbis è ablativo:   [a] di modo   [b] di mezzo